testata


Manifestazioni

CINEMA ALL’APERTO, Cortile di Palazzo Gotti di Salerano Il 25 e 26 luglio, l’1 e 2 agosto 2013

Logo-Citt-di-Cherasco-png

 

 

 

 

Nell’estate cheraschese, oltre alle varie feste musicali-gastronomiche proposte dalle frazioni come è ormai tradizione, il “Cherasco Festival” musica e danza sotto le stelle, le mostre di arte contemporanea e alcuni appuntamenti sportivi, arriva anche quest’anno il “Cinema all’Aperto”, organizzato dalla Città di Cherasco in collaborazione a “Cherasco Eventi”.

Un paio di appuntamenti a settimana con film, di generi differenti, rivolti a un pubblico vario per passare una serata all’aperto in compagnia a rivedere un’opera cinematografica che si conosce e ama più di ogni cosa o che si è persa nei mesi invernali.

L’appuntamento è sempre presso il suggestivo cortile interno di Palazzo Gotti di Salerano, il palazzo secentesco che ospita il Museo Adriani, con le sue arcate e la pavimentazione in ciotoli. L’inizio delle proiezioni è alle 21.15; per due settimane consecutive dal 25 luglio al 2 agosto 2013; ingresso gratuito aperto a tutti (in caso di maltempo la proiezione del film sarà fatta al coperto presso il Teatro Salomone).

Ecco le date, i film e le trame in programma:

Giovedì 25 luglio – SKYFALL 007 (azione)

Regia di Sam Mendes. Con Daniel Craig, Judi Dench, Javier Bardem, Ralph Fiennes, Naomie Harris.

In missione a Istanbul per conto della Regina e della Patria, M. James Bond deve recuperare un file prezioso che contiene i nomi di agenti infiltrati. Finito nelle mani di un killer professionista, Bond lo insegue cadendo sotto i colpi del fuoco amico. Precipitato e disperso dentro una cascata, Bond viene dichiarato morto e compianto in un formale necrologio. Ma…

Venerdì 26 luglio – VITA DI PI (avventura)

Regia di Ang Lee, con Suraj Sharma, Irrfan Khan, Tabu, Rafe Spall, Gérard Depardieu.

Il giovane Pi Patel è cresciuto con la famiglia a contatto con lo zoo paterno, mescolando fin dall'infanzia sogno e realtà. Quando il padre ha esigenze di denaro e sceglie di trasferirsi in Canada per vendere lo zoo, Pi ancora non può intuire cosa lo attenderà nelle vastità oceaniche. Di fronte a una tempesta terrificante, la nave affonda, lasciando in breve tempo Pi con un'unica compagna di viaggio: la tigre Richard Parker, l'animale più temuto dello zoo paterno.

Giovedì 1 agosto – MARIGOLD HOTEL commedia

Regia di John Madden. Con Judi Dench, Bill Nighy, Penelope Wilton, Dev Patel, Celia Imrie.

Che cosa hanno in comune una vedova sensibile in cerca di indipendenza, una casalinga scontrosa e 'claudicante', un giudice benestante sulle orme del passato, un funzionario governativo mite e vessato da una moglie eternamente insoddisfatta, una pluridivorziata a caccia del successivo consorte e del vero amore, un single impenitente col vizio delle donne e della solitudine?

Venerdì 2 agosto – LITTLE MISS SUNSHINE commedia

Regia di di Jonathan Dayton, Valerie Faris. Con Greg Kinnear, Toni Collette, Steve Carell, Paul Dano, Alan Arkin.

Sheryl, moglie e madre per vocazione, alle prese con il secondo matrimonio, fatica a reggere le fila di un nucleo familiare assemblato a suon di copia-incolla: Richard, marito/padre alla ricerca ossessiva di un improbabile successo editoriale, Dwayne e Olive, rispettivamente adolescente ribelle e mini-reginetta di bellezza di provincia, il nonno, cacciato dalla casa di cura perché cocainomane. Una sgangherata famiglia, quella degli Hoover, che si ritroverà in viaggio su un cadente pulmino verso il concorso di bellezza per bambine più famoso della California, Little Miss Sunshine, per cui la piccola Olive è stata selezionata.

Cherasco, 17 giugno 2013

Mostra: Rigorismo - A new italian group by Lattuada Studio

RigorismoPalazzo Salmatoris, dal 20 luglio al 1° settembre 2013 ospiterà la mostra, presentata e allestita dalla Galleria Arte Centro Lattuada, “Rigorismo. A new italian group by Lattuada Studio”

Espongono a Palazzo Salmatoris: Giuseppe Amadio, Cesare Berlingeri, Agostino Bonalumi, Stefano Brunello, Enrico Castellani, Dadamaino, Alberto Loro, Pino Manos, Umberto Mariani, Armando Marrocco, Vanna Nicolotti, Pino Pinelli, Paolo Scheggi e Turi Simeti.

Quattordici artisti esprimono il loro talento con una notevole capacità espressiva che emerge nella coerenza, nel rigore della logica e nella ferma volontà di esprimere un concetto. Sono maestri che aggiungono una dimensione al tradizionale concetto di pittura rompendo gli “schemi classici”. Più in specifico si può asserire che questi artisti hanno la capacità di trasferire sul piano bidimensionale del soggetto l’immagine tridimensionale della realtà percepita dall’occhio.

«Quella che viene presentata– scrive Massimo Donà - è una serie di produzioni in cui nulla prende mai spazio sulla tela, e dunque entro i suoi confini, se non il costituirsi stesso del “prender-spazio”. Quale unica reale effettualità di un temporalizzarsi che riguarda ciò che non ha spazio… appunto perché, in ogni spazio, è sempre “il medesimo”. Sì da costringere lo spazio bidimensionale della tela a torcersi, violarsi, e fors’anche liberarsi da impropri condizionamenti estrinseci. E farsi da ultimo persino tridimensionale. Ossia a fare del proprio prender-spazio un atto risolutamente ‘libero’; che, solo in quanto tale, avrebbe potuto ritenersi addirittura capace di infrangere i confini di ogni rigida e di fatto impropria bidimensionalità. … Tutti impegnati a sviluppare e svolgere, secondo modalità proprie e assolutamente inconfondibili, il sublime magistero rappresentato da un gesto – come quello di Fontana – proteso ad insufflare nella inerte superficie della tela uno spirito vitale assolutamente inedito… e sempre rigorosamente inoggettuale. Riuscendo a vivificare il cuore stesso di una nutrita schiera di ignare e ancora morte superficialità. Quale esplicita allusione ad un dinamismo libero di farsi disegno… non di questo o quell’oggetto, e neppure della “sua” incantata esistenza – ma di un “esistere puro” in quanto non ancora risoltosi in semplice predicato di un questo o di un quello. Tutti impegnati, cioè, a disegnare, con un ‘rigore’ mai apparso sino ad ora, non tanto un altro mondo, astratto e impropriamente ritenuto più vero di quello con cui ognuno di noi fa quotidianamente i conti – ossia, non tanto un’oggettualità eidetica fissata in uno spazio che sembrerebbe potersi dire “assoluto” solo in quanto reso libero dalle pulsioni custodite dal tempo e dalla sua impietosa voracità –, quanto piuttosto l’originaria vocazione temporalizzante prodotta da una “attitudine spazialistica” in cui null’altro potrà mai darsi a vedere se non l’originario e inqualificabile ‘farsi-spazio’ dello spazio».

 

La galleria Arte Centro inizia la sua attività nell’anno 1963, con l’intento di incrementare la ricerca culturale e affermarsi non solo come spazio espositivo, ma come luogo d’incontro tra intellettuali, artisti e amatori d’arte. Nel 1991 la galleria Arte Centro ha diviso la sezione moderna da quella contemporanea ed ha aperto “Lattuada Studio” con direttore responsabile Flavio Lattuada che ha dato al lavoro un nuovo ed intenso impulso.La galleria si occupa soprattutto di arte italiana del Novecento, spaziando appunto dal Futurismo al Contemporaneo: l’intento è quello di promuovere un’Arte che non sia moda, ma che trova le radici più profonde nella storia del paese e della società del secolo scorso. Artisti come Balla, Boccioni, Depero, Fontana, Bonalumi e Rotella sono solo alcuni di quelli seguiti e promossi in quasi cinquant’anni di lavoro. Per quanto riguarda il contemporaneo sono importanti le collaborazioni pubbliche di artisti come Lucia Pescador o Raymundo Sesma, entrambi riconosciuti e apprezzati ormai da anni sia sul territorio nazionale che all’estero. Dal 2010 la galleria promuove un gruppo di artisti raggruppati sotto il nome di “Rigoristi”, che lavorano sulla monocromia e l’estroflessione: sono tutti artisti affermati con un loro percorso personale, artistico ed espositivo che, per alcuni, inizia insieme a Lucio Fontana ed arriva ai giorni nostri.

La mostra durerà tutto il mese di agosto fino a domenica 1° settembre, sarà visitabile ad entrata libera il mercoledì, giovedì e venerdì nelle ore pomeridiane dalle 15 alle 19, il sabato e la domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 19.

Inaugurazione sabato 20 luglio ore 17.30.

13 e 14 Luglio - BRAMBATI BIKE MARATHON

Brambati ciclismo Il 13 e il 14 luglio 2013 si svolgerà a Cherasco la G.F. Brambati Bike Marathon, 5^ edizione del Memorial Alberto Brambati: la corsa rientra nel calendario “Circuito  tricolore  uisp 2013” (società Uisp ed enti della Consulta) con altre 4 prove e nel calendario “Criterium italiano individuale granfondo cicloturistiche” Uisp 2013” e con altre 15 prove tra Emilia Romagna, Toscana e Piemonte.

L'appuntamento risulta essere l’unico evento nel calendario nazionale Uisp per il Nord Italia, tra i più importanti eventi nel cicloturismo piemontese. È organizzato dallo staff del Gruppo Sportivo Alberto Brambati A.S.D., dal Team Idea Bici e con la partecipazione della Uisp di Bra.

 

Il programma prevede:

 

SABATO 13 LUGLIO
ORE 15.00 RITIRO FOGLIO DI VIA PRESSO LA SEGRETERIA POSTA IN PIAZZA PAPA GIOVANNI PAOLO II A CHERASCO.

-       ORE 18.00 INTRATTENIMENTO MUSICALE CURATO DAL GRUPPO TORINESE “SCIARADA”.

-       ORE 20.00 INIZIO CENA “BRAMBATI BIKE MARATHON” SOTTO LA TENSOSTRUTTURA DI PIAZZA PAPA GIOVANNI II (il menù comprende: insalata bergera, frittata di lumache, peperoni in salsa tonnata, salsiccia alla birra con fagioli, formaggio, dolce, acqua e vino al costo di € 12,00)

-       ORE 21.00 CONCERTO DI MUSICA ITALIANA PROPOSTO DAL CIRCOLO CULTURALE “EUREKA” DI RORETO DI CHERASCO. (1° Parte)

-       ORE 22.00 PARTENZA CICLISTI x LA RANDONEE IN NOTTURNA DI 250 KM. PER LE STRADE DEL ROERO E DELLE LANGHE.

-       ORE 22.30 CONCERTO DI MUSICA ITALIANA PROPOSTO DAL CIRCOLO CULTURALE “EUREKA” DI RORETO DI CHERASCO. (2° Parte)

 

DOMENICA 14 LUGLIO

-       ORE 6.30 RITROVO CICLISTI PRESSO P.ZA GIOVANNI PAOLO II x MANIFESTAZIONE CICLOTURISTICA

-       DA ORE 7.00 A ORE 8.00 PARTENZA CICLOTURISTICA PERCORSO GRAN FONDO E MEDIO FONDO E

-       FINO ALLE ORE 9.00 PARTENZA CICLOTURISTICA PERCORSO CORTO

-       ORE 11.00 INIZIO DISTRIBUZIONE PASTA PARTY AI CICLISTI E ACCOMPAGNATORI PRESSO LA TENSOSTRUTTURA DI PIAZZA GIOVANNI PAOLO II

-       ORE 15.00 ESTRAZIONE PREMI BIGLIETTI DELLA LOTTERIA

-       ORE 16.00 INIZIO PREMIAZIONE FINALE “ BRAMBATI BIKE MARATHON” x  SOCIETA’.

-       ORE 17.00 CHIUSURA MANIFESTAZIONE

19-21 Luglio: Cherasco Festival

teatroIn tempo d’estate, di lunghe sere calde da trascorrere all’aperto, non può mancare il “Cherasco Festival”, l’insieme di musica danza e teatro che si svolge in un week end di luglio, nella suggestiva piazza antistante l’Arco di Belvedere di Cherasco.

Come sempre saranno tre spettacoli diversi in tre serate successive: venerdì 19, sabato 20 e domenica 21 luglio 2013, una band che ripercorre con musiche e canzoni la carriera di Mina, uno spettacolo danzato e uno spettacolo di teatro.

Cherasco offre dunque l’annuale appuntamento con la musica e la danza “sotto le stelle”; uno scenario all’aperto, davanti all’Arco di Belvedere lo scenografico fondale che chiude l’elegante piazza sulla quale si affacciano maestosi e storici palazzi e che si apre verso il giardino retrostante verde e carico di storia.

Una festa estiva per tutti, ad ingresso libero, che la “Città delle Paci” continua a proporre permettendo al numeroso pubblico partecipante di trascorrere qualche momento di relax, nelle fresche ore serali, godendosi i diversi tipi di rappresentazione.

Il programma prevede: venerdì 19 luglio la Band “Viale Mazzini” con lo speciale Mina e Battisti dal titolo “Io e te da soli …”; sabato 20 luglio “Cherasco Suite” propone “Marta Milly Mirò. Storia di amicizia e solidarietà”; domenica 21 luglio la Compagnia teatrale “Macramé” mette in scena lo spettacolo “NoveZeroQuattro”.

L’inizio degli spettacoli è alle ore 21.30; presso l’Arco di Belvedere di Cherasco; posti a sedere; ingresso gratuito. Info: Cherasco Eventi 0172427050.

Mostra: Gianni Venturini “Simbolismi”

VenturiniNuova mostra nella Chiesa di San Gregorio di Cherasco, dal 13 luglio al 4 agosto 2013: è Gianni Venturini con “Simbolismi”.

Nato a Monastero Bormida (At) dal 1972 vive e lavora a Carmagnola. È socio fondatore del Centro artistico culturale “Studio 13” di Alba-Pollenzo (Pittori del palio di Alba 2003). Autodidatta, nasce come pittore figurativo, il suo percorso artistico è in continua evoluzione.

Principali mostre: S.Stefano Belbo, Asti, Alba, Fontanafredda, La Morra, Lequio Beria, Dogliani,  Carmagnola, Bra, Torino, Udine, Quigliano (Sv), Aversa, Messina, Menton (Francia).

Gianni Venturini trasferisce sulla tela infinite mutazioni di immagini che scruta anche quotidianamente. Talvolta il suo ricordo elimina gli elementi inadeguati che si sono sovrapposti alla semplicità armoniosa della scena da lui immaginata. Gli elementi naturalistici subiscono, infatti, una vera e propria trasfigurazione: il sapiente uso della materia, la variopinta tavolozza, le personali pennellate (e l’uso della spatola) di stampo espressionista contribuiscono a creare scenari al confine tra l’irreale e il magico.

Nato come pittore figurativo, il suo linguaggio artistico non si ferma a ciò che vede, a ciò che ci circonda, ma si sviluppa attraverso una continua ricerca, un'evoluzione tendente al simbolismo e all'essenzialità delle forme. Composizioni che non avendo nulla di reale inducono a riflettere a dare o cercare un'interpretazione, ad uscire dai condizionamenti e dal banale. Attraverso immagini consuete, l'artista realizza la necessità di misurarsi con la propria creatività, con l'emotività che desidera trasmettere. Bisogni di libertà mentale, di sogni, di passioni mai sopite ma anche testimonianze di incomunicabilità in un mondo intriso di tecnologia ma povere spiritualmente dominato dall'egoismo e dalla solitudine. Il colore è certamente la caratteristica fondante dei suoi dipinti, colori intensi per dare energia e determinazione a ciò che vuole trasmettere.

La mostra verrà inaugurata sabato 13 luglio alle ore 17.30, nella Chiesa. Sarà quindi visitabile il venerdì e sabato: dalle ore 15,00 alle 19,00 e la domenica: dalle ore 9,30 alle 12,30 e dalle 15,00 alle 19,00. Ingresso libero.