testata


Manifestazioni

“La cultura: dialogo non imperativo, ma costruttivo” con la professoressa Carmen Guala Mercoledì 13 maggio 2015 – Auditorium Civico di Cherasco

Ancora un appuntamento con l’Università della Terza Età di Cherasco e Roreto, mercoledì 13 Carmen Gualamaggio 2015: la Professoressa Carmen Guala parlerà di “Cultura: dialogo non imperativo, ma costruttivo”.

 

Carmen Guala è ex-docente di Lingua Italiana, Latina e Greca del Liceo Classico Cavour di Torino e Membro del Comitato direttivo della Società Dante Alighieri di Torino.

 

La cultura non è sinonimo di erudizione ma interiorizzazione di contenuti qualificanti. I maestri non solo “di scuola” ma anche e soprattutto “di vita” si pongono quale pietra miliare per far si che la persona detenga un comportamento eticamente alto, proteso verso l’alto, verso il prossimo. Un atteggiamento di chiusura nella propria “torre d’avorio” infatti non partorisce la gioia di dare e di ricevere ma un protagonismo fine a sé stesso.
I mezzi di “pseudo comunicazione” contemporanei in questo senso, sono un punto interrogativo: quanto aiutano ad aprirci verso gli altri? Forse solo con la voce calda, la carezza, lo sguardo e il dialogo a tu per tu, possiamo capire il valore e l’importanza della relazione sociale, in particolare è necessario adottare un linguaggio più ricco, perché le sfumature sono indice di educazione, di antidogmatismo e di dialogo costruttivo.
È la scuola, di tutti gli ordini e gradi, l’arma principale che ci consente e consentirà soprattutto ai giovani di non vivere in modo segregato e distaccato dalla società.

 

L’incontro all’Auditorium civico di Cherasco sarà come sempre alle ore 20.45, ad ingresso libero.

 

Per i roretesi che vorranno recarsi a Cherasco ci sarà a disposizione a Roreto in piazza della parrocchia alle ore 20.30, la navetta gratuita, che vi farà ritorno al termine dell’incontro.

 

 

Cherasco, 6 maggio 2015

Tutto pronto per CHERASCOECOFUTURA 2015

 

Il Comitato Volontari Amici Cherascoecofutura invita alla Cerimonia emozionale di inaugurazione dal titolo “A come Armonia, Arte e Ambiente” che si terrà venerdì 8 maggio 2015 alle ore 18,30 presso il Palaexpo – Piazzale degli Alpini Cherasco.

ecofutura 1

 

ecofutura 2

 

ecofutura 3

 

ecofutura 4

Romana Pavan e Maria Josè Etzi Suggestioni ceramiche: dalla porcellana ai lustri 9 - 10 maggio 2015 - Cherasco (Cn), Chiesa di San Gregorio

In concomitanza con il mercato della ceramica e del vetro d’arte che si terrà a Cherasco Pavan 3domenica 10 maggio 2015, nella centrale Chiesa di San Gregorio sarà possibile visitare una mostra a tema di ceramiche e porcellane “Suggestioni ceramiche: dalla porcellana ai lustri” di Romana Pavan e Maria Josè Etzi.

 

Romana Pavan lavora, insegna ed espone presso il suo studio a Chieri (To).
La sua formazione si è sviluppata frequentando laboratori di noti ceramisti in Italia, Francia ed Inghilterra. Realizza manufatti e sculture in grès e porcellana per i quali studia e prepara gli smalti per cotture tra 1200°C e 1260°C, sia con forno a gas in riduzione, che elettrico in ossidazione. Inoltre forma oggetti con argille adatte alla cottura raku e terre sigillate.
Conduce corsi di formazione per la regione Piemonte secondo i criteri previsti dalla Comunità Europea.
Ha esposto in diverse mostre personali e collettive dal 1987 ad oggi.
Per Romana Pavan l’atto creativo è per l’essere umano una continua indagine su di sè, sulla materia e sulle esperienze maturate durante la vita propria e di coloro che l’hanno preceduto.
L’argilla è un materiale che permette grandi possibilità di espressione creativa e di sperimentazione che può spaziare dalla semplice terracotta alla realizzazione di sculture e manufatti di uso comune, come ben sapevano fare nelle antiche civiltà con rappresentazioni legate a idoli e riti propiziatori.
Ai giorni nostri la grande diffusione della conoscenza sulle argille, sulla loro potenzialità riguardo a decori, smaltature e cotture si è molto evoluta, sia che si tratti di manufatti eseguiti al tornio che con tecniche manuali.
La cultura orientale ha potenziato il nostro modo tradizionale di vivere la ceramica.
Materiali come la maiolica, il grès, la porcellana, la paperclay sono oggi a disposizione di ogni ceramista che voglia cimentarsi in molteplici espressioni artigianali e artistiche.
Il suo interesse è rivolto verso materiali che raggiungono temperature di cottura elevate come il grès, la porcellana e la paparclay. In questo ambito si è svolta la sua sperimentazione che si esprime sia nella realizzazione di oggetti d’uso comune che di forme estetiche elaborando la composizione tecnica con gli elementi naturali.
Una scelta la sua anche legata all’attività di insegnante nella formazione di tecnici della ceramica.

 

Maria Josè Etzi ha iniziato a dipingere su ceramica quanrant’anni fa a “terzo fuoco” seguendo Etzi 2la bravura di maestri riconosciuti a livello internazionale.
Oggi è artista della maiolica, la cui preparazione deriva dalla frequenza della scuola regionale di Montelupo Fiorentino e della scuola internazionale di arte ceramica di Romano Ranieri a Deruta.
Nel tempo si è specializzata in riproduzioni medievali e rinascimentali per musei ed associazioni. Questo percorso ha suscitato il suo interesse e la passione a ricreare quei lustri metallici che per ragioni storiche e sociali sono andati perdendosi.
Il decoro a maiolica e i lustri non hanno l’immediatezza della pittura ad olio o di qualsiasi altra tecnica pittorica a freddo: vi è una sofisticazione tecnica che richiede tempi lunghi ed esperienza.
In ceramica la tecnica rappresenta già di per sé un linguaggio artistico; la combinazione degli elementi, l’azione trasformatrice del fuoco ne fanno un’operazione alchemica, attraverso cui i metalli, materie vili, sono resi preziosi dal trasformarsi in figure e cromaticità. La passione profonda e l’intima gioia che deriva dal dipingere lasciando libero il pensiero attraverso le mani esprime una visione figurativa della donna che tanto ha ispirato il mondo dell’arte antico e moderno, attraverso questa tecnica che ha fatto grande il nostro paese.

 

La mostra sarà visitabile nella Chiesa di San Gregorio sabato 9 e domenica 10 maggio 2015, dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 19, ad ingresso libero.

 

Per info: ufficio Cherasco Eventi 0172427050.

 

 

Cherasco, 28 aprile 2015

I Mercati di Cherasco Il primo a tema: mobili antichi, grande vintage, ceramica e vetro d’arte Mostra scambio auto, cicli e motocicli d’epoca, ricambi ed accessori Centro Storico – 10 maggio 2015

Sarà domenica 10 maggio 2015 il primo appuntamento dell’anno con alcuni mercati ceramica merc 3specializzati dell’antiquariato: la 15^ edizione del Mobile Antico, la 14^ del Grande Vintage e la 17^ della Ceramica e del Vetro d’arte.

 

Con 200 banchi circa d’esposizione, lungo le arterie del Centro Storico cheraschese, il mercato del Mobile Antico sarà un appuntamento dedicato ai mobili di ogni epoca: armadi, tavoli, comò, credenze, piattaie, sedie, letti, quadri, specchi, divani, poltrone e ogni tipo di oggetto d’arredamento.

 

Ci saranno anche i banchi del Vintage con capi d'abbigliamento, accessori, bijoux e altri oggetti di vanità. A Cherasco il vintage non si limita a vestiti e accessori ma comprende un po’ tutto il settore del mondo femminile, come lingerie, merletti, tendaggi, tessuti, cuscini, pizzi, bijoux, trousse, bottoni, profumi, tovaglie, calzature, cappellini, passamanerie, borse, moda bimbi, editoria fotografie, quadri, ecc. dagli anni ’30 in poi.
L'abito o l'accessorio vintage si differenzia e contraddistingue dall’usato poiché la caratteristica principale non è tanto quella di essere stato utilizzato in passato quanto piuttosto il valore che progressivamente ha acquisito nel tempo per le sue doti di irripetibilità e irriproducibilità, per essere testimonianza dello stile di un'epoca passata e per aver segnato profondamente alcuni tratti iconici di un particolare momento storico della moda, del costume, del design coinvolgendo e influenzando gli stili di vita coevi. Un po’ tutti sono attirati dal vintage: dalle signore che non ne possono più di pezzi esclusivi di stilisti, ai ragazzi e ragazze che con artistica fantasia mischiano capi appartenenti a periodi diversi, alle giovani che sono ancora affascinate dalla classe degli abiti “che indossava la mamma”; agli amanti delle cose degli anni passati che vanno bene anche per arredare casa.
Infine ci sarà una parte di Mercato dedicata al Vetro e alla Ceramica e si potranno trovare curiosità legate al settore: ceramiche dell’Ottocento, porcellane, servizi firmati delle migliori case produttrici italiane e straniere, pezzi di designer di epoca più recente, e poi maioliche, stoviglie, bicchieri, piastrelle, lampade, vasi da collezione, statuine, vetrate, svariatissimi oggetti ornamentali fatti e dipinti a mano, una variegata scelta di oggettistica d’arte legata a questo campo della decorazione.

 

Sarà l’occasione per trovare spunti e oggetti per arredare la propria casa, per trovare un regalo, ma anche solo per passeggiare tra le innumerevoli e diverse bancarelle, per trascorrere una giornata all’aperto nelle caratteristiche vie del Centro Storico, disseminate di chiese, palazzi secenteschi, torri medievali, piazzette agli incroci delle vie, tutte perpendicolari e parallele secondo la pianta dell’“accampamento romano”. Amanti delle cose “d’altri tempi”, architetti, arredatori, stilisti, persone attente alla moda e ai particolari di accessori e dell’arredamento, esperti dei settori, semplici curiosi, sono i tanti visitatori che per quel giorno percorrono le vie disseminate di bancarelle, scrutano, selezionano, scelgono, rovistano tra gli innumerevoli oggetti del Mercato, contrattano e fanno affari.

 

 

MOSTRA SCAMBIO AUTO, CICLI e
MOTOCICLI D’EPOCA, RICAMBI ed ACCESSORI 13^ ediz.

 

Sempre domenica 10 maggio 2015 alcune vie del centro storico di Cherasco (via Mantica, Via San Pietro nel tratto tra via Cavour e via Mantica, via Cavour nel tratto tra via San Pietro e via Monte di Pietà, la piazza Möckmühl) torneranno ad animarsi in occasione della 13^ edizione della Mostra Scambio Auto Cicli e Motocicli d’Epoca, Ricambi ed Accessori, organizzata dal club “Ruote d’Epoca Cherasco”.
Gli appassionati potranno trovare ogni tipo di curiosità legata al settore: dalle auto alle motociclette, sino al più piccolo ed introvabile ricambio per il restauro del proprio veicolo.
Dopo il successo degli anni passati il presidente del club Ruote d’Epoca, Mariano Costamagna, è sicuro della conferma di questo appuntamento «Cherasco è da anni Leader in questa tipologia di manifestazioni ed anche in questo campo sta diventando il punto di riferimento per gli espositori e gli appassionati di tutto il nord d’Italia».
Per la 13^ edizione le iscrizioni restano aperte sino a poche ore prima dell’inizio della manifestazione, fissato per le ore 7.00. La manifestazione terminerà alle ore 19.00.
Chi desidera partecipare in veste di espositore o visitatore può mettersi in contatto con il numero telefonico del Club: 340 29 11 945.

 

 

Domenica 10 maggio il centro cheraschese sarà completamente pedonale: capienti parcheggi per auto e pullman si trovano al di fuori dell’Arco di Narzole, nelle due piazze; una grande area camper attrezzata può accogliere fino a 300 roulotte o camper; 7 hotel e una ventina di bed and breakfast sono a disposizione per ospitare chi vuole arrivare un giorno prima o andare via un giorno dopo.
Per la ristorazione Cherasco offre, nel suo centro, oltre una decina di ristoranti e osterie, oppure prendendo l’auto altri 20 locali nel territorio; inoltre bar, caffetterie, pasticcerie quel giorno si organizzano con tavolini e sedie all’aperto.
Tutti possono visitare il Mercato del mobile antico, del grande vintage, della ceramica e vetro d’arte di Cherasco: una domenica da trascorrere all’aperto, a gustarsi il clima tiepido di primavera, in compagnia di tanta gente.

 

La MOSTRA

 


Naturalmente oltre a passeggiare tra le bancarelle ci sarà aperta e visitabile nella Chiesa di San Gregorio una mostra a tema: Romana Pavan e Maria Josè Etzi presentano “Suggestioni ceramiche: dalla porcellana ai lustri”.
Aperta sabato 9 e domenica 10 maggio 2015, dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 19
Ad ingresso libero.

Info: 0172/427050  www.comune.cherasco.cn.it; e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Cherasco, 20 aprile 2015

Giorgio Bricchi e Flavio Russo in “La musica che consacrò L’Eroe: Beethoven e Ciajkovskij” Mercoledì 29 aprile 2015, Cherasco – Auditorium Civico

Ancora un appuntamento con l’università della Terza Età di Cherasco e Roreto mercoledì 29 Beethovenaprile 2015, presso l’Auditorium Civico a Cherasco: questa volta l’argomento sarà di musica classica con Pier Giorgio Bricchi e Flavio Russo.

In particolare nell'ambito della preparazione alla grande rievocazione napoleonica di giugno, l'Università della Terza età di Cherasco dedicherà una serata alla visione romantica e gloriosa che di Bonaparte ebbero anche i più grandi artisti suoi contemporanei.

 

I relatori illustreranno il rapporto che con il condottiero francese ebbe Beethoven, il quale ne esaltò l'ascesa attraverso la terza sinfonia “Eroica” e il concerto n. 5 “L'Imperatore”.
Lo stesso musicista, deluso dall'imperialismo napoleonico, arrivò ad esaltare la vittoria dell'inglese Wellington a Waterloo.
Così come, anni dopo, Cajkovkij musicò la tragedia della Campagna di Russia del 1812.
Delle opere citate verranno ascoltati alcuni brani.

 

L’incontro sarà come sempre alle ore 20.45, ad ingresso libero.Per i roretesi che vorranno recarsi a Cherasco ci sarà a disposizione a Roreto in piazza della parrocchia alle ore 20.30, la navetta gratuita, che vi farà ritorno al termine dell’incontro.

 

 

Cherasco, 28 aprile 2015