testata


Manifestazioni

SECONDO RADUNO T-MAX Città di Cherasco 15 giugno 2014

Per il secondo anno consecutivo domenica 15 giugno 2014 si svolgerà il Raduno delle T-Max t maxdella “Città di Cherasco”, patrocinato dalla Città di Cherasco, organizzato dalla Effebike in collaborazione con il gruppo della Festa Popolare.

 

Il programma è il seguente:

 

ore 9.00    ritrovo e apertura iscrizioni (con omaggio della terra di Langa) presso la piazza del Comune e colazione

 

ore 10.30    chiusura iscrizioni

 

ore 11.00    partenza per il giro turistico in Langa

 

ore 13.00    rientro a Cherasco presso l’Arco di Porta Narzole dove verrà servito pranzo per tutti gli iscritti

 

ore 15.30     ritrovo per premiazione e saluti.La quota di partecipazione è di Euro 25,00 che comprende: la colazione (1 caffè e 1 brioche) e il pranzo  (4 antipasti, grigliata mista di carne, formacci, dolce e acqua).

 

I proventi della manifestazione verranno interamente devoluti a favore della “Fondazione piemontese per la ricerca sul cancro” di Candiolo.

 

Per info e adesioni contattare i numeri: Effebike 0172495734 oppure 3357525799, email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

GRANDE FESTA POPOLARE A favore della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro - Candiolo O.N.L.U.S Cherasco, Arco di Porta Narzole – 13, 14 e 15 giugno 2014

Ritorna, sempre molto attesa, la grande FESTA POPOLARE a favore della Fondazione Arco di Porta NarzolePiemontese per la Ricerca sul Cancro – Candiolo O.n.l.u.s.: intrattenimenti gastronomici e serate danzanti per tre giorni, venerdì 13, sabato 14 e domenica 15 giugno 2014 nella Piazza degli Alpini di Cherasco.

 

Il programma della festa, che si svolgerà sotto il padiglione coperto appositamente allestito nella piazza dopo l’Arco di Porta Narzole, prevede:


VENERDI’ 13 GIUGNO

 

•    ore 19: intrattenimento gastronomico con antipasti misti, paella, patatine, formaggio e dolce (al costo di 13 Euro, bevande escluse) senza prenotazione

•    ore 21.30: serata danzante con l’orchestra spettacolo “La Spensierata” con riprese di Telecipole Piemonte (serata offerta da “Lenta Costruzioni” di Roreto di Cherasco e dall’Ag. immobiliare “L’Antica Cherasco” di Marco Bogetti di Cherasco).

 

SABATO 14 GIUGNO

 

•    ore 19: continuazione dell’intrattenimento gastronomico con antipasti misti, grigliata mista, patatine, formaggio e dolce (al costo di 13 Euro, bevande escluse) senza prenotazione

•    ore 20: esibizione della scuola di ballo A.D.S. Happy dance for you di “Cinzia e Marcello”

•    ore 21: serata danzante di liscio con l’orchestra spettacolo “Luca Panama Group” a ingresso gratuito (la serata è offerta da Caffè Revello, Dimar, Big Store, Famjla, Maxiconto, Ok Market, Discount alimentare e Catering).

 

DOMENICA 15 GIUGNO

 

•    ore 9: raduno motociclistico T-Max con giro panoramico nelle Langhe e ai partecipanti pranzo sotto il padiglione alle ore 13

•    ore 17: esibizione del gruppo sbandieratori e musici di Cherasco

•    ore 18: esibizione del coro “Piccole note” di Cherasco, per i più piccoli la grande magia del Mago Melan

•    ore 19: continuazione dell’intrattenimento gastronomico con antipasti misti, grigliata mista, patatine, formaggio, dolce (al costo di 13 Euro, bevande escluse), senza prenotazione

•    ore 21: serata danzante di liscio con “Sonia De Castelli” e la sua orchestra a ingresso gratuito (la serata è offerta da “Lenta costruzioni” di Roreto di Cherasco e dall’Ag. Immobiliare “L’Antica Cherasco” di Marco Bogetti di Cherasco)

•    ore 23: estrazione di una crociera MSC (per 2 persone nel Mediterraneo per una settimana offerta da Agenzia Viaggi “Fashion Travel” di Bra).

 

Sia sabato che domenica inoltre per i più piccoli sarà a disposizione un parco giochi gonfiabile gratuito.

 

Organizzatori della serata, che è sotto il patrocinio della Città di Cherasco, sono un gruppo di volontari cheraschesi e la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro a cui andrà il ricavato della manifestazione, con i contributi di: Acqua di Cherasco della Parafarmacia dottoressa Rossi, Acqua Sant’Anna Fonti di Vinadio, Agenzia Viaggi “Fashiontravel” Bra, Allians Subalpina di Luigi Castellano Bra, Luigi Barberis Vivai di Cherasco, Mario Baldi materie plastiche Treiso, Banca di Credito Cooperativo di Cherasco, Bra Ufficio S.r.l., Biesse spa Materiale elettrico di Fossano, Caffè Revello, Cantine Manfredi Farigliano, Cantina Umberto Fracassi di Cherasco, Concessionaria Unicar di Roreto di Cherasco, Dea Due s.r.l. di Cherasco, Dimar Spa di Roreto di Cherasco, Eurodrink srl distribuzione bevande di Marene, Fimu s.r.l. Articoli tecnici industriali, F.lli Biga Srl Carpenteria metallica, taglio laser, Idea Bici di Roreto di Cherasco, Immobiliare l’Antica Cherasco, Immobiliare Cherasco2, Lenta Costruzioni di Roreto di Cherasco, Messa e Stroppiana Balli a palchetto, strutture sedie e tavoli, Mtm Srl di Cherasco, Pino Bonura di Roreto di Cherasco, Studio associato geometri Davico Cannavero Pennacino di Cherasco, Surrauto snc Concessionario veicoli di Cervere, Tarditi Officine srl di Roreto di Cherasco, TCN srl torneria meccanica di Cherasco, Telecupole Piemonte di Cavallermaggiore, Unipol Assicurazioni di Gian Matteo Moffa di Bra e Velo officina di Cherasco.

 

 

Cherasco, 23 maggio 2014

NOTTE BIANCA Cherasco, sabato 31 maggio 2014

Sabato 31 maggio 2014 nel Centro Storico di Cherasco si svolgerà la Notte Bianca, dedicata enzo cortese 2ai numerosissimi ospiti del Torneo Nazionale di Calcio a5 organizzato dalla Banca di Cherasco (dal 31 maggio al 2 giugno): un importante evento nazionale esteso a tutte le Banche di Credito Cooperativo Italiane che ospiterà oltre 1500 atleti delle squadre provenienti da tutt’Italia e si disputerà sul nostro territorio.

 

La notte bianca cheraschese sarà l’occasione per una serata prolungata da vivere all’aperto con tanta musica, spettacoli, gente, allegria e divertimento.

Sparpagliati per il bel Centro Storico di Cherasco ci saranno diversi punti di interesse musicale che spazieranno dal genere liscio, al blues, al swing, alla musica italiana, oltre ad uno spettacolo di cabaret e naturalmente a momenti ricreativi ed enogastronomici proposti anche dai locali commerciali, bar e di ristorazione sparsi delle vie centrali Vittorio Emanuele e Via Cavour e Garibaldi.

 

Il nome più noto della notte bianca cheraschese è il comico Enzo Cortese, che si esibirà sul palco in piazza del Municipio, monologhista esperto dell’area Zelig, nel suo spettacolo spazia in un susseguirsi di battute a volte nazional-popolari, a volte raffinate e costruite per un pubblico attento, prendendo a bersaglio l’infanzia trascorsa, l’educazione ricevuta, la famiglia e il luogo d’origine.

 

Il programma della serata è il seguente:

• Arco Trionfale
PANAMA LAW GROUPE
Musica di tutti i tempi

 

• Piazza Municipio
ENZO CORTESE - ZELIG – Cabaret

 

• Torre Civica
ORCHESTRA STABILE “CITTÀ DI CHERASCO”
Musica swing

 

• Via Cavour
TNT PARTY BAND

 

• Palazzo Salmatoris
HARMONY SHOW
Musiche da ballo liscio

 

• Arco di Porta Narzole
FILO BLUES
Musica Blues

 

• Chiesa di San Gregorio
AUTURA - Fabio Caricchia & Iginio De Luca

 

Sarà l’occasione per passare una serata all’aperto nel centro storico chiuso al traffico pedonale, passando da un luogo musicale all’altro.

 

Anche Palazzo Salmatoris rimarrà aperto per l’occasione straordinariamente e offrirà la mostra “De Simone e i Chiaristi Lombardi”.

 

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito.

 

 

Cherasco, 21 maggio 2014

Nicola Tatullo Ingranaggi e mutazioni Chiesa di San Gregorio dal 14 giugno al 20 luglio 2014

La Chiesa di San Gregorio ospita dal 14 giugno al 20 luglio 2014 Nicola Tatullo con Tatullo Gioco e gioco prospettico - 70x100 - olio tela“Ingranaggi e mutazioni”.

 

Nicola Tatullo vive e lavora a Torino. Ha frequentato il corso di libero nudo con i professori Comencini ed Eandi all’Accademia Albertina di Torino, ha poi completato i suoi studi col maestro Giuseppe Ingegneri. Ha perfezionato gli studi nel campo dell’acquarello con Guido Bertello acquisendo il segno incisivo che ne caratterizza lo stile. Ha inoltre proseguito gli studi con Giacomo Soffiantino perfezionando la sua tecnica, soprattutto nella grafica e nell’incisione.
Ha allestito mostre personali e collettive in varie città italiane ed estere; attualmente alcune sue opere sono esposte presso la Galleria d’Europa di Torino, in collezioni private, al Museo dell’Automobile di Torino, nella chiesa parrocchiale di Cervere, nella regione Qalyubiya (Egitto), nel Comune di Luxor, all’Accademia delle Belle Arti di Luxor (Egitto) e a Hong Kong.

 

«Nicola Tatullo è un artista poliedrico, ama l'arte, quella pittorica soprattutto – lo descrive Claudio Calzoni - e non ha mai smesso di promuoverla, di renderla visibile ed accessibile a tutti mostrandola in primis nella sua Galleria d'Arte, e portandola in viaggio, con mostre da lui stesso organizzate in giro per il mondo. Non sta mai fermo, per sua stessa ammissione, e riempie la sua vita di eventi spettacolari, coinvolgenti al punto di divenire socialmente e culturalmente rilevanti. Le grandi esperienze di scambio e trasmissione umana dei fortunati incontri con i pittori e la cultura egiziana, con mostre importanti tra Luxor e Torino, hanno avuto momenti veramente emozionanti, culturalmente ed umanamente formativi e illuminanti per tutti i partecipanti, artisti, autorità e pubblico... Ma Nicola Tatullo oltre ad essere un grande organizzatore ha un’anima poetica, che esprime in tele ed opere assolutamente non convenzionali, frutto di studi ed esperienze artistiche accurate e ponderate. I sentimenti, le tensioni morali e sociali, la storia personale e quella universale, esplodono nell'uso del colore, delle linee, delle ruote dentate che tanto l'hanno reso famoso. Ed i (suoi) quadri … sono vere e proprie esplosioni, controllate, ponderate certo, a volte studiate, pensate, ma sempre potenti, forti, chiassose e laceranti. Esplosioni geometriche, poetiche, colorate, irregolari, dalla forte connotazione meccanica e metafisica. Ruote in movimento in spazi irregolari, ingranaggi incatenati nello spazio, colori forti come le anime degli uomini che queste macchine governano, o subiscono, in un gioco di scambio con la vita, senza intervalli temporali, come se l'attimo colto sia l'eterno e valga per esso.
Le ruote geometriche, rappresentazione dell'ingranaggio della vita, concatenate agli altri agenti fisici e psichici dell'emozione e della crescita (il gioco, l'amore, il sesso, il sogno, il divino ed i materiale assoluto) si sono evolute, riempite di colori, spesso opposti, distanti, improbabili nella realtà, ma che si affermano nella proiezione artistica della stessa. E oltre le ruote crescono linee rosse di interazione, di congiunzione, di attrazione tra elementi. Ed alle linee si affiancano, si alternano, si oppongono i simboli della vita sociale attuale quali la bellezza, l'emozione e la disperazione del gioco, il senso forte del mito cavalleresco medioevale, la tensione sociale e la ricerca della tranquillità sempre più lontana, sempre più difficile da raggiungere...».

 

La mostra a San Gregorio sarà aperta il sabato e la domenica dalle ore 15 alle 20.

Ingresso libero.

L’inaugurazione è fissata sabato 14 giugno 2014 alle ore 17.

 

 

Cherasco, 29 maggio 2014

PREMIO NAZIONALE “CHERASCO STORIA” (XIII Edizione ) WILLIAM V. HARRIS il vincitore

Il Premio «Cherasco Storia» è stato fondato nel 1997 ed è giunto alla sua tredicesima premio storia William Harrisedizione. Alla giuria parteciparono dall’inizio personalità legate alla città da vincoli familiari o affettivi, fra i quali ricordiamo la scrittrice Gina Lagorio e il giurista Giorgio Lombardi, poi negli anni si sono succeduti docenti universitari e docenti delle medie superiori della provincia di Cuneo, insieme a rappresentanti della Città.

 


Il premio è caratterizzato da una specifica attenzione alla forma della comunicazione scientifica della storia, dall’antichità all’epoca contemporanea. Non è riservato dunque a opere di divulgazione, ma a libri che aggiungano alla novità dei contenuti e al rigore della trattazione una chiarezza espositiva che li renda immediatamente accessibili al pubblico colto e specialmente a quello degli studenti, ai quali ogni anno l’opera premiata viene fornita come base per uno studio che si conclude con una discussione diretta con l’autore stesso.

 

Ha vinto la XIII edizione del Premio nazionale “Cherasco Storia” lo scrittore WILLIAM V. HARRIS con il volume “Due son le porte dei sogni. L’esperienza onirica nel mondo antico”, editori Laterza.

 

Il Premio Nazionale “Cherasco Storia – Fondazione De Benedetti Cherasco 1547 per meriti nella divulgazione storica” è stato assegnato a GIAN MARIO RICCIARDI.

 

WILLIAM V. HARRIS

Harris, professore di Storia antica alla Columbia University, dove dirige il Center for Ancient Mediterranean. ha esplorato in lungo e in largo l’universo di credenze, teorie, aneddoti ed epifanie in cui Greci e Romani hanno racchiuso la propria esperienza onirica. Ha scritto numerosi articoli nella storia economica dell’impero romano. Suo è anche “Lettura e istruzione nel mondo antico”.

DUE SON LE PORTE DEI SOGNI. L’ESPERIENZA ONIRICA NEL MONDO ANTICO

«Cominciamo nel quarto secolo a.C. in Egitto. Vi piacerebbe apparire nei sogni altrui? Ecco cosa dovete fare. Rivolti alla lampada sul comodino (a stretto rigore, dovrebbe essere una lampada a olio), pronunciate le seguenti parole: “Cheiamopsei herpeboth. Fa in modo che MM, la figlia di NN, mi veda nei suoi sogni, ora, subito, rapidamente, in fretta…”. Aggiungete poi il vostro messaggio personale. Ripetetelo spesso. Queste, almeno, erano le istruzioni fornite da un papiro magico greco del quarto secolo, espresse naturalmente con la massima serietà – perché non si trattava di un gioco. La lettura di questi testi ci trasporta in un mondo che, per lo meno in superficie, è completamente estraneo ai tempi moderni. Eppure anche oggi sono molti coloro che credono nel carattere ‘significativo’ del contenuto dei sogni, proprio come i greci».

William V. Harris analizza il fenomeno del sogno nell’antichità, dall’Iliade ad Aristofane, dal Vangelo di Matteo ad Agostino, per comprendere fra l’altro le differenze fra l’interpretazione antica dei sogni e la nostra. Il volume premiato è un saggio di grande ampiezza che indaga le rappresentazioni del sogno (fino a includervi Dante) nel rispetto della specificità delle fonti greche e romane, ma tenendo presenti le loro proiezioni nella cultura medievale e moderna, inclusa ovviamente la discussa teoria freudiana, e in un dialogo aperto al confronto con i più recenti apporti della psicologia e della biologia.

 

GIAN MARIO RICCIARDI

Gian Mario Ricciardi è direttore del Tg Piemonte da ottobre; cuneese di 62 anni, è giornalista PREMIO STORIA ricciardiprofessionista dal 1977, ha iniziato la sua carriera nella carta stampata, prima all’Avvenire per passare poi alla Gazzetta del Popolo, a Stampa Sera e a La Stampa. È stato capocronista della Rai in Piemonte dove ha seguito gli avvenimenti di cronaca e costume per il Tg regionale e per Tg1, Tg2, Tg3; si occupa di informazione religiosa con una rubrica settimanale dal titolo “Percorsi di fede” e di servizi per “A sua immagine” di Raiuno. Fra i libri che ha pubblicato si ricordano: “Il Paese della Bela Rosin”, “Novecento nel Roero”, la biografia di Ernesto Olivero, e pubblicazioni sui santi sociali “Olivero, testimonianza e profezia”; “Santi sociali in Piemonte e Santi e laici”; “I Giusti del Piemonte”.

 

Nelle precedenti edizioni il Premio «Cherasco Storia» è stato assegnato a:

1997: Eric J.Hobsbawm, Il secolo breve, Rizzoli, 1995
2003: Alessandro Barbero, Carlo Magno, Laterza, 2002
2004: Nicola Labanca, Oltremare, il Mulino, 2002
2005: Maria Teresa Giusti, I prigionieri italiani in Russia, il Mulino, 2003
2006: Roberto Vivarelli, I caratteri dell’età contemporanea, il Mulino, 2005
2007: Oleg Chlevnjuk, La storia del Gulag. Dalla collettivizzazione al grande terrore, Einaudi, 2006, Silvio Pons, Berlinguer e la fine del comunismo, Einaudi, 2006
2008: Karol Modzelewski, L’Europa dei Barbari. Le culture tribali di fronte alla cultura romano-cristiana, Edizioni Bollati Boringhieri, 2008
2009: Chiara Frugoni, L’affare migliore di Enrico.Giotto e la cappella Scrovegni, Einaudi 2008.
2010: Piero Brunello, Storie di anarchici e di spie. Polizia e politica nell’Italia liberale, Donzelli 2009.
2011: Giusto Traina, La resa di Roma, 9 giugno 53 a.C., Battaglia a Carre, Laterza 2010.
2012: Jean Claude Maire Vigueur, L’altra Roma. Una storia dei romani all’epoca dei comuni (secoli XII – XIV) Einaudi 2011
2013: Gabriele Turi, Schiavi di un mondo libero: storia dell’emancipazione dall’età moderna a oggi, Roma-Bari, GLF editori Laterza, 2012.

 

La Giuria della XIII Edizione del Premio “Cherasco Storia” è formata da: Gianni PERONA Professore ordinario di Storia contemporanea all’Università degli Studi di Torino (Presidente); Alessandro BARBERO Professore ordinario di Storia medievale all’Università del Piemonte Orientale; Sergio BARBERO Assessore alla Cultura Città di Cherasco; Francesco BENIGNO Professore ordinario di Metodologia della ricerca storica all’Università degli Studi di Teramo; Paolo BULGARINI Professore di Storia e Filosofia al Liceo “G.Giolitti – G. Gandino” di Bra; Silvia CAVICCHIOLI Ricercatrice di Storia contemporanea all’Università degli Studi di Torino; Giovannella CRESCI Professore ordinario di Storia romana all’Università Ca’ Foscari di Venezia; Claudia De BENEDETTI Consigliere della Fondazione De Benedetti Cherasco 1547 (onlus); Giovanni LEVI Professore emerito di Storia moderna all’Università Ca’ Foscari di Venezia; Alberto LUSSO Docente di Storia e Filofia al Liceo di Bra; Michele LUZZATI Professore ordinario di Storia medievale all’Università degli Studi di Pisa; Giusto TRAINA Professore Università Sorbonne, Paris; Stuart J. WOOLF Professore emerito di Storia moderna all’Università Ca’ Foscari di Venezia.

 

La cerimonia di conferimento si svolgerà sabato 31 maggio 2014 nella Sala del Consiglio di Palazzo Comunale, alle ore 15.00, alla presenza dei due personaggi famosi.
Al mattino, alle ore 9.00, il vincitore incontrerà gli studenti e gli insegnanti al Teatro Salomone.

 

 

Cherasco, 10 maggio  2014