testata


Manifestazioni

Per il decennale della scomparsa di Gina Lagorio La lettura di “Càpita” e la mostra fotografica di Bruno Murialdo Milano, Teatro Franco Parenti

La mostra fotografica dedicata alla scrittrice Gina Lagorio di Bruno Murialdo, dopo Cherasco Gina Lagorio profilo(che l’ha voluta, patrocinata ed esposta negli ultimi mesi dell’anno scorso), in questi giorni, da martedì 3 a domenica 8 marzo 2015, è approdata a Milano: ha come sfondo il foyer del teatro Franco Parenti di Milano.

 

Milano e la casa editrice Garzanti tributano alla scrittrice piemontese, cittadina onoraria di Cherasco, un omaggio in occasione del decennale della scomparsa.

Gina Lagorio, nata a Bra nel 1922, autrice di numerose opere di narrativa, di saggistica e di teatro, ha reso Cherasco immortale nelle pagine di due delle sue più famose opere Tra le mure stellate e Fuori scena. La città “dell’aria chiara”, oltre a donarle la cittadinanza onoraria, le ha dedicato un premio nazionale “Una donna nel mondo”: ogni anno, il riconoscimento è assegnato ad una donna che, nella sua vita e nelle sue opere, abbia lasciato segni forti e significativi per i grandi valori della comunità civile, proprio come ha fatto la scrittrice scomparsa nel corso della sua esistenza.
Nel 1987, eletta in parlamento, si è battuta per la pace e i diritti delle donne.

 

Per onorare la sua memoria, l’8 marzo 2015 alle ore 18.00 presso il Teatro Franco Parenti di Milano, si terrà una lettura a più voci di Càpita, “un libro di originalità straordinaria” come ha scritto Gianni Riotta, l’ultimo libro di Gina Lagorio, il bilancio spietato e poetico di una vita, che è tornato in libreria per la casa editrice Garzanti, in occasione dei dieci anni dalla scomparsa.
Tanti gli amici più cari che si alterneranno sul palco per dare corpo e suono alle parole del suo romanzo autobiografico: da Andrée Shammah a Lella Costa, da Nando dalla Chiesa ad Anna Nogara, da Fulvio Scaparro a Giulia Lazzarini, da Vivian Lamarque a Roberto Mussapi e Piero Gelli.

 

Già da qualche giorno, prima si potrà ammirare la mostra fotografica, una trentina di scatti del fotografo Murialdo, dedicati alla Lagorio scrittrice, ma soprattutto, donna, nella “sua” Cherasco, istanti di una quotidianità tra le mura stellate.

Bruno Murialdo ha iniziato la sua attività nel 1966 ad Alba in uno studio fotografico, dal 1970 è stato fotoreporter in America Latina, America Centrale, Russia e Paesi dell’Est. Attualmente, insieme all’assistente Silvia Muratore, collabora con i quotidiani “La Stampa” e “La Repubblica”, oltre ad altre testate nazionali e internazionali, raccontando la sua terra e il suo territorio, il Piemonte e le Langhe.

 

 

Cherasco, 3 marzo 2015

Cherasco Movie 2015

L’Associazione Piemonte Movie, Cherasco Eventi e l’Associazione culturale Evvivanoé, con il cinema galateripatrocinio della Città di Cherasco, ripropongono per il sesto anno consecutivo “Cherasco Movie”, manifestazione dedicata alla filmografia locale e provinciale (con particolare attenzione ai documentari).

 

«Tale iniziativa –spiega Alessandro Gaido, presidente di Piemonte Movie e direttore artistico della rassegna insieme a Francesco Rasero- ha riscosso un crescente successo di pubblico e di critica, diventando modello esportato in tutto il Piemonte, e si inserisce nel progetto di promozione del Cinema regionale portato avanti sul territorio piemontese da “Piemonte Movie gLocal Film Festival”, Film Commission Torino Piemonte, Museo Nazionale del Cinema e Torino Film Festival. L’obiettivo è mettere in luce le potenzialità turistico-culturali dell’area cheraschese e provinciale, inserendola a pieno titolo nel sistema-cinema regionale con un articolato progetto cinematografico. In particolare quest’anno si intendono proporre proiezioni di documentari, realizzati nel corso degli ultimi mesi da affermati registi della zona (tra cui un cheraschese), dedicati a tematiche di interesse generale: la produzione vinicola d’eccellenza, la montagna e la tutela idrogeologica».

 

La rassegna verrà presentata giovedì 26 febbraio, alle 21,15 presso l’Enoteca Palazzo Mentone di via Vittorio Emanuele 120, con una conferenza stampa di lancio del progetto e la proiezione del teaser del documentario “Ilmurràn - Maasai in the Alps” di Sandro Bozzolo (uscita prevista estate 2015), alla presenza delle protagoniste della pellicola Leah N. Lekanayia (pastore masaai) e Silvia Somà (margara piemontese) e di un rappresentante della produzione.

 

A marzo seguiranno tre appuntamenti, tutti preceduti da un cortometraggio selezionato alla XIV edizione del Piemonte Movie gLocal Film Festival 2015.

 

Tutte le proiezioni si svolgono il giovedì, alle ore 21.15, al Cinema Galateri (in via Cavour 37).

 

Giovedì 12 marzo: “Acqua e Terra” (documentario, Italia, 2014), del cheraschese Federico Moznich. Alla serata parteciperanno il regista e alcuni protagonisti di quell’evento. Il 5 e 6 novembre del 1994 il fiume Tanaro, dopo giorni di pioggia copiosa, inonda gran parte dei suoi territori. Da Garessio fino ad Alessandria, passando per Alba e Asti, un fiume di fango distrugge tutto ciò che incontra. Si conteranno 70 morti e più di 2000 sfollati, il più grande e drammatico disastro naturale del sud Piemonte.
A vent’anni dalla tragica alluvione, il documentario ripercorre quei drammatici giorni.

 

Giovedì 19 marzo: “L’Alpinista” (documentario, Italia, 2014), di Fabio Mancari e Giacomo Piumatti, ospiti in sala insieme al protagonista della pellicola.
Agostino Gazzera, detto “Gustin”, negli anni Cinquanta, è un operaio della Fiat che non si accontenta del turno in fabbrica ma che vuole scoprire luoghi mitici e affascinanti. Nonostante il poco tempo a disposizione, con quella determinazione tipica della sua generazione, inforca una bicicletta vecchia e arrugginita per raggiungere le Alpi con un cordone di canapa e qualche chiodo fatto in casa. La curiosità lo spinge sempre più in alto facendogli vivere esperienze mitiche tra le vette cuneesi e i quattromila valdostani.

 

Giovedì 26 marzo: “Barolo Boys” (documentario, Italia, 2014), di Paolo Casalis e Tiziano Gaia, ospiti in sala con alcuni dei protagonisti della pellicola.
Il meraviglioso paesaggio delle Langhe fa da sfondo alla storia di un gruppo di amici, i “ragazzi ribelli” che hanno reso grande il vino italiano, tra conflitti generazionali, geniali intuizioni e polemiche mai sopite. Con Elio Altare, Chiara Boschis, Marco De Grazia, Giorgio Rivetti, Roberto Voerzio e la partecipazione di Carlo Petrini e Oscar Farinetti; voce narrante di Joe Bastianich.

 

L’ingresso è gratuito a tutti gli eventi, come già avvenuto in tutte le edizioni precedenti della rassegna; dopo la proiezione ci sarà un momento di discussione-dibattito con gli autori e i protagonisti delle pellicole.

 

Per informazioni visitare cherascomovie.blogspot.com, chiamare il numero 335-1050588 o scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

 

 

Cherasco, 18 febbraio 2015

MANIFESTAZIONI 2015

Come tutti gli anni in questo periodo, Cherasco ha pronto il calendario delle manifestazioni depl manif 20152015: di nuovo un anno ricchissimo di appuntamenti, mostre, mercati, feste, premi, convegni.

 

Il dépliant illustra in 32 pagine la maggior parte degli avvenimenti. Sul libretto si trovano anche curiose notizie su Cherasco, i monumenti presenti in città, i musei, le eccellenze enogastronomiche e i prodotti tipici, gli appuntamenti nelle frazioni. Si tratta di una piccola guida alla visita della Città, fruibile da tutti, dai turisti che vi trovano anche utili consigli sulle strutture ricettive, ma anche dai cheraschesi che possono avere un calendario completo degli eventi.

 

A parte la festa per il decennale di fondazione del gruppo Avis Cherasco (21 giugno) e il ritorno, poiché hanno cadenza biennale, della rievocazione storica dedicata a Napoleone e all’armistizio di Cherasco (6 e 7 giugno) e dell'Expo delle energie rinnovabili e sostenibili con CherascoEcofutura (8, 9 e 10 maggio), gli altri appuntamenti son tutte riconferme.

 

Per quanto riguarda il cinema, tornano il Cherasco Movie, rassegna cinematografica di documentari realizzati in Provincia di Cuneo e/o da registi del territorio, che saranno presenti in sala per raccontare le loro opere e rispondere alle domande del pubblico (26 febbraio, 12, 19, 26 marzo); e il cinema estivo all’aperto presso il cortile di palazzo Gotti di Salerano (23, 24, 30, 31 luglio, 6 e 7 agosto).

 

Riconfermati i tanti momenti di festa, musicali e alcuni appuntamenti teatrali. Il primo appuntamento al Salomone sarà con lo storico dell’arte Claudio Strinati che racconterà “Le origini del Rinascimento: Leonardo da Vinci, Michelangelo Buonarroti e Raffaello Sanzio” (27 febbraio), seguirà la Festa di Primavera (21 marzo), il Compleanno della Città con il Premio al Cheraschese dell’anno (sabato 7 novembre).

 

Poi ci sono sempre: la “Grande Festa Popolare” a favore della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro – Candiolo (12, 13 e 14 giugno); il concerto per San Pietro (29 giugno); l’antica Sibla, la festa popolare cheraschese (3, 4, 5 e 6 luglio); il “Cherasco Festival” musica, danza e teatro sotto l’Arco (17, 18 e 19 luglio); la rassegna dedicata alla lumaca, con il 44° Incontro internazionale di Elicicoltura e il contemporaneo festival della lumaca in cucina (25, 26, 27 e 28 settembre).
Dopo il successo dell’anno scorso e le 60.000 presenze in quattro giorni a Cherasco, anche quest’anno ci sarà l’Oktoberfest Langhe che sarà distribuito su due week end ottobrini (9, 10, 11 e 16, 17, 18 ottobre).

 

Qualche mostra in meno quest’anno a causa della chiusura per ristrutturazione di Palazzo Salmatoris che in questa sede saranno allestite solamente da fine settembre, mentre nella chiesa di San Gregorio inizieranno in aprile e proseguiranno fino a fine anno; un paio di mostre anche al Palaexpo Ruote d’epoca, quella dedicata alle Porche (dal 21 febbraio al 3 maggio) e alla Fiat 500 (dal 5 settembre al 6 dicembre).

 

Appuntamenti ormai tradizionali sono i premi nazionali: se non ci sarà quello dedicato al pittore cheraschese Romano Reviglio per la conseguente chiusura del Palazzo delle mostre, invece sono confermati il 30 maggio il premio nazionale “Cherasco Storia” e il 19 settembre “Una donna nel mondo” dedicato alla scrittrice Gina Lagorio. È anche riconfermato il premio “Talenti Emergenti” nel settore cinematografico, in collaborazione con il Museo del Cinema e la Film Commission Torino Piemonte, che verrà consegnato durante una serata della rassegna cinematografica estiva.

 

Tra gli appuntamenti ce ne sono alcuni sportivi: organizzate dall’ A.S.D. Arcieri Clarascum  l’8 e il 28 marzo ci saranno le gare interregionali 3D, il 25 e 26 aprile le gare interregionali individuali,  il 24 e 25 ottobre le gare interregionali 18 metri.
Il 27 settembre è fissato l’appuntamento con lo Sport in piazza, quest’anno si svolgerà a Roreto di Cherasco; mentre il 4 ottobre ci sarà la camminata "Cherasco Ecofutura for running", corsa podistica non competitiva.

 

Si ripropongono anche i raduni di moto d’epoca (31 maggio); di moto T-max (14 giugno) e di auto d’epoca (18 ottobre).

 

Confermati i tradizionali Mercati di Cherasco, che restano gli appuntamenti più attesi da un pubblico molto vario. Sono in progamma dal mese di aprile con l’antiquariato generico, seguito ogni mese da un mercato specializzato, fino a dicembre.

Riconfermata anche la mostra-mercato di fiori, piante ornamentali, da frutto e da orto nel giardino del Castello Visconteo (16 e 17 maggio), con la notte dei Musei (16 maggio) e l’apertura dei Giardini di Cherasco (17 maggio) nello stesso fine settimana.

 

Infine quest’anno si svolgeranno il 29° Concorso nazionale di fotografia “Città di Cherasco” (la cui mostra delle opere ammesse e vincitrici sarà dal 31 ottobre al 22 novembre nella chiesa di San Gregorio) e il Concorso per il “Calendario naturalistico 2016” (la mostra dei partecipanti sarà dal 5 al 20 dicembre sempre in San Gregorio).

 

«Anche per il 2015 – dice Marella Fumero assessore alle manifestazioni – nonostante le gravi e difficili situazioni finanziarie degli enti pubblici, Cherasco ha il suo programma annuale delle manifestazioni. Una proposta ricca di incontri culturali, musicali, ricreativi, di mostre d’arte di alto livello. Questo grazie anche alle tante aziende private che aiutano concretamente la città, sponsorizzando alcuni eventi, alle quali va il nostro ringraziamento; da solo il Comune non riuscirebbe a garantire un calendario così corposo e diversificato. Intanto nel Palazzo Salmatoris si chiuderanno i lavori di restauro che permetteranno per il 2016 un programma rinnovato e arricchito di rassegne e momenti culturali in grado di rendere Cherasco ancora di più capitale di arte e cultura».

 

«Il 2015 sarà per Cherasco – aggiunge Elisa Bottero assessore al turismo - un altro anno ricco di eventi e manifestazioni che spaziano in diversi settori e quindi in grado di intercettare i vari interessi dei cittadini e dei molteplici turisti italiani e stranieri. Il turismo rappresenta per la nostra città una risorsa di fondamentale importanza che deve essere valorizzata di continuo così da attrarre flussi di visitatori che aumentino costantemente. Quest’anno poi, in occasione dell’EXPO MILANO e delle diverse iniziative collaterali che coinvolgeranno anche Cherasco, registreremo sicuramente un elevato numero di presenze e in questo modo la renderemo una meta sempre più conosciuta».

 

 

Cherasco, 12 febbraio 2015

Claudio Strinati racconta “Le origini del Rinascimento: Leonardo da Vinci, Michelangelo Buonarroti e Raffaello Sanzio” Teatro Salomone, venerdì 27 febbraio 2015, ore 21

Lo storico dell’arte Claudio Strinati, venerdì 27 febbraio 2015, alle ore 21, sarà ospite al Claudio StrinatiTeatro Salomone di Cherasco per parlare nel suo modo vivace e accattivante del Rinascimento e delle sue origini in particolare di “Leonardo da Vinci, Michelangelo Buonarroti e Raffaello Sanzio”.

 

Claudio Strinati (Roma, 17 settembre 1948) è uno storico dell'arte e dirigente pubblico italiano, noto anche come critico musicale de “Il Venerdì” di “Repubblica”, soprintendente per il Polo museale romano dal 1991 al 2009 e divulgatore di storia dell'arte.

 

Laureatosi nel 1970 in Lettere moderne, con specializzazione in Storia dell'arte, all'Università di Roma, dopo aver insegnato in alcuni licei, dal 1974 ha lavorato nel Ministero dei Beni culturali, prima presso la Soprintendenza della Liguria e successivamente in quella di Roma.
Dal 1991 al 2009 è stato soprintendente per il Polo museale romano e in tale veste si è impegnato nella riorganizzazione di alcuni musei della Capitale. Da Soprintendente è riuscito a riorganizzare musei storici come la Galleria Borghese, Palazzo Venezia, il Vittoriano e a riaprire al pubblico Palazzo Barberini. Altro suo merito è di aver proceduto al restauro e alla catalogazione delle opere d’arte di Roma e del Lazio, mettendole a disposizione degli studiosi attraverso un sistema informatico che è in costante sviluppo.
Ha ideato e organizzato importanti mostre d'arte, in Italia e all'estero (infatti è stato insignito della Legion d’onore francese), dedicate, tra gli altri, a Sebastiano del Piombo, Caravaggio e ai caravaggeschi, Raffaello, Tiziano, Tiepolo. Come divulgarore di storia dell'arte ha condotto trasmissioni televive (es. “Divini Devoti” trasmessa da Rai5 in dieci puntate nel 2014) e collaborato con quotidiani e riviste.
Esperto di pittura e scultura del Rinascimento e del Seicento, è competente anche nel campo musicale ed ha collaborato con il Dizionario Biografico degli Italiani edito dall'Istituto dell'Enciclopedia Italiana.

 

La serata a teatro, che ha il patrocinio della Città di Cherasco, è sponsorizzata dalla Banca di Cherasco, Maxiconto Supermercati e Caffè Revello.

 

L’ingresso è libero fino all’esaurimento dei posti.

 

Cherasco, 16 febbraio 2015

LE MOSTRE DI CHERASCO NEL 2015

Pal.salmatorisÈ pronto il programma delle mostre di Cherasco per il 2015. La novità di quest’anno è la chiusura per parecchi mesi, fino in autunno, di Palazzo Salmatoris, soggetto a lavori di restauro nella sede istituzionale delle mostre e di ristrutturazione e allestimento del nuovo lotto acquisito dalla città qualche anno fa, in previsione dell’ampliamento museale della struttura. Sarà soprattutto la chiesa di San Gregorio ad accogliere la maggior parte delle rassegne.

 


PALAZZO SALMATORIS

 

Sono due le rassegne previste: quella del vincitore del premio “Reviglio 2014”, MASSIMO RICCI dal titolo “I sensi del colore” (dal 26 settembre all’11 ottobre) e “AFRICAN STYLE”, una mostra a cura di Bruno Albertino e Anna Alberghina (17 ottobre – 17 gennaio 2016).
Vuole offrire, attraverso la fusione di quattro nuclei artistici differenti ma complementari, un ponte immaginario tra la grande scultura dell'Africa nera carica di forza, che ci riporta alle origini, e l'arte contemporanea africana ed occidentale.
Sarà costituita da diverse sezioni, sculture di proprietà dei curatori, fotografie opera di grandi nomi tra cui gli americani Toms Friedmann e Phil Borges, un nucleo di provenienza della National Gallery di Firenze e opere di artisti contemporanei tra i quali il famoso Ugo Nespolo.

 


CHIESA DI SAN GREGORIO

 

S.gregorioNella Chiesa di San Gregorio si susseguiranno invece una dozzina di mostre: aprirà la stagione Margherita Mauro con “Atmosfere cromatiche” (11 aprile - 3 maggio), seguiranno Romana Pavan e Maria Josè Etzi con “Suggestioni ceramiche: dalla porcellana ai lustri” nel weekend del mercato della ceramica (9-10 maggio), la mostra dei ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Cherasco  “Giocare con l’arte … a scuola” (16 - 24 maggio), Vista e Suono (30 maggio – 7 giugno).Sarà poi la volta del pittore Riccardo Balestra con “Emotions, tra glamour e pop-art” (13 giugno – 5 luglio), seguito da Alessandro Anastasio con “I colori dell’acqua” (11 luglio – 2 agosto) e da Renato Bevione con “Panorama e non solo… (semplicità con sentimento)” (8 – 30 agosto).
Il mese di settembre vedrà in San Gregorio lo scultore Marcello Giovannone con “Umane geometrie” (5 – 27 settembre); e a ottobre “Art & Wine Club”, la collettiva itinerante di arte contemporanea, con storie e paesaggi dell'UNESCO (3 - 25 ottobre).
Chiuderanno l’anno le mostre legate a due concorsi, quello di fotografia “Città di Cherasco”, 29^ edizione (31 ottobre – 22 novembre) e quello naturalistico (5 – 20 dicembre).«Come tutti gli anni saranno tante le mostre in programma a Cherasco. – dice Marella Fumero, assessore alle manifestazioni - Alla selezione arriviamo tutte le volte con fatica perché le domande di partecipazione sono sempre numerosissime: sono tanti gli artisti contemporanei che vorrebbero esporre nelle nostre prestigiose sedi. Quest’anno abbiamo dovuto concentrare le mostre soprattutto nella chiesa di San Gregorio perché sono in corso i lavori di ristrutturazione di Palazzo Salmatoris. Una volta terminati tutti gli interventi, la città potrà vantarsi di una sede museale ancora più importante e più ampia».Tutte le mostre sono ad ingresso libero.

 

Per informazioni Cherasco Eventi tel. 0172 427050 – fax 0172 427055
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Cherasco, 5 febbraio 2015