testata


Manifestazioni

Diagnosi precoce dei tumori delle vie aereo-digestive superiori VADS: una giornata dedicata alla prevenzione Sabato 15 novembre 2014- Cherasco, centro storico e teatro Salomone

Un’intera giornata di prevenzione: a Cherasco, sabato 15 novembre 2014, con l’ambulatorio mobile per la diagnosi precoce dei tumori delle vie aereo-digestive superiori VADS, per tutta la giornata in piazza del Municipio, e con una serata al teatro Salomone.

 

Ambulatorio mobile

 

In piazza del Municipio, sarà operativo dalle ore 9.30 alle 12 e dalle 14.30 alle 17 Camper tumore golal’ambulatorio mobile per le visite di prevenzione: una struttura attrezzata grazie a un generoso contributo di benefattori, ideata dal professor Giovanni Succo, in collaborazione con l’Associazione per la prevenzione e la cura dei tumori in Piemonte.

 

L’iniziativa della giornata cheraschese è nata dalla collaborazione fra la Casa di cura “Città di Bra” e i medici dell’unità funzionale di otorinolaringoiatria, dottor Giuseppe La Fauci e i il suo staff, i dottori Paolo Lavazza, Franco Ameli, Fabio Brocchetti, Sofia Mignosi e Antonio Fibbi e il Comune di Cherasco.
Due medici, un’infermiera e altri collaboratori, per tutta la giornata di sabato 15 novembre, garantiranno piena assistenza durante i controlli preventivi, che saranno gratuiti e senza previa prenotazione.

 

Secondo l’Airtum (Associazione italiana registri tumori), in Italia i casi di cancro delle VADS sfiorano ormai i 10.000 all’anno.
Per VADS si intendono i tumori che insorgono a livello della bocca, che comprende le labbra, la superficie interna delle guance e delle labbra, le gengive, i due terzi anteriori della lingua, il pavimento della bocca, il palato e la zona dietro i denti del giudizio; è inoltre compresa l’orofaringe, ovvero la parte della gola appena dietro la bocca, ove sono situate le tonsille e la base della lingua, e in questi casi si parla di cancro orofaringeo, e infine la laringe che è l’organo che contiene le corde vocali e dove si produce la voce.  Oltre la metà dei casi di cancro delle VADS viene scoperta in uno stato avanzato di malattia, in cui il trattamento è molto complesso e meno efficace; ecco perché la necessità della prevenzione e della diagnosi precoce. Tre sono le cause di insorgenza del cancro delle vie aero-digestive superiori: il fumo, l’alcol e il papilloma virus.

 

La campagna di sensibilizzazione è voluta da dalla Società europea di oncologia cervico-cefalica in collaborazione con l’Associazione per la prevenzione e la cura dei tumori in Piemonte.
L’iniziativa cheraschese annovera tra i suoi sostenitori, accanto alla casa di cura “Città di Bra”, la Banca di credito cooperativo di Cherasco, l’Associazione per la prevenzione e la cura dei tumori in Piemonte, “Brc Gas Equipment”, “Maxisconto”, “Giordano art collection” e la rivista “IDEA”.

 

Teatro Salomone

 

La giornata cheraschese, dedicata alla prevenzione, proseguirà poi alle ore 21.00 presso il Simona Colonnateatro “Salomone”: ci sarà prima la conferenza del professor Succo dal titolo “Il cancro della gola e del cavo orale. Guerra a fumo, alcool e papillomavirus umano”, seguita, intorno alle ore 22, dal concerto “Di suoni... d’amore” di Simona Colonna.Musicista e cantante, diplomatasi giovanissima in flauto traverso e violoncello, durante lo spettacolo presenterà il suo lavoro discografico “Masca Vola Via”.


Oggi affianca al lavoro di docente un’intensa carriera artistica collaborando, sia con il flauto, sia con il violoncello, con le orchestre “Modigliani” e “Città lirica” di Livorno, “Ensemble orchestrale delle Alpi del Mare”, “Jeune ensemble baroque de Provence” di Nizza, “Orchestra femminile italiana”, Filarmonica del teatro “San Filippo” di Torino, “Risonanza” di Montespertoli (Firenze), “Maggio musicale fiorentino”, orchestra dell’istituto “Mascagni” di Livorno, orchestra del Teatro Regio di Torino, “Stefano Tempia” di Torino, “Bartolomeo Bruni” di Cuneo e “Pressenda” di Alba. Moltissime sono le collaborazioni musicali, così come la presenza quale ospite nelle trasmissioni “A sua immaginazione” per l’ostensione della Santa Sindone, trasmesso in mondovisione da Raiuno. È stata spesso ospite della trasmissione “La stanza della musica” di Raitre, dove ha presentato l’ultimo lavoro discografico “Masca vola via”, una suite per voce e violoncello in lingua piemontese con brani originali, musiche e parole della stessa Simona.
Collabora fattivamente con il canale televisivo digitale “Rai World”, nella trasmissione “Community”, dove come ospite musicale del venerdì viene introdotta da Paolo Limiti, reinterpretando e arrangiando i più grandi successi musicali italiani.
È stata poi ospite al Salone del libro di Torino per Rai Radiotre, all’interno dei programma “Alza il volume” e “Fahrenheit”, e per Rsi-Radio della Svizzera italiana dove ha presentato il suo ultimo lavoro discografico.

 

Conferenza e spettacolo musicale a teatro sono ad ingresso libero, fino ad esaurimenti dei posti a sedere.

 

 

Cherasco, 10 novembre 2014

CHERASCO NATURA Mercato dei Prodotti agroalimentari di qualità e biologici Mercato del Cioccolato d’Autore Antica Fiera di San Martino Cherasco – 9 novembre 2014

Torna Cherasco Natura in concomitanza di San Martino, la manifestazione che offre il Mercato dei mercato prodotti della terraprodotti agroalimentari di qualità, insieme ai prodotti biologici e al cioccolato: si svolgerà domenica 9 novembre 2014, dalle ore 8 alle ore 18 nel Centro Storico.

 

Da tempo, Cherasco celebra questa festa che ripristina un’antichissima tradizione contadina e popolare che originariamente stava a significare la scadenza di una stagione agraria ed il suo consuntivo e oggi è un modo per riscoprire e valorizzare antiche tradizioni che costituiscono il patrimonio della propria identità storica e culturale; si tratta di una rassegna, legata al mondo alimentare e agricolo, al viver sani, al rispetto dell’ambiente e della salute.

 

La città vuole valorizzare il paesaggio agrario e le radici della cultura rurale in concomitanza con la festa di San Martino, che una volta, nel passato, quando era il mondo agricolo a dettar legge, segnava la fase cruciale dell’annata contadina cheraschese.

 

Per le centrali via cheraschesi, chiuse al traffico, domenica 9 novembre, si troveranno quindi da una parte i banchetti del Mercato dei Prodotti Agroalimentari di qualità con prodotti della “Granda”, con il marchio della Coldiretti, dal gusto e dal sapore unici, i vini, i formaggi, i salumi, carni, frutta e verdura; distinti da questi ci saranno anche i banchi del Mercato Biologico con svariati generi di prodotti, non solo quelli alimentari ma anche riguardanti l’igiene, l’abbigliamento, con stoffe e lane per abiti prodotti e tinti artigianalmente; il visitatore potrà trovare sulle bancarelle una ricca gamma di oggetti d’arredo e di specialità ottenute con tecniche di produzione rispettose dell’ambiente e della salute.
E infine per i più golosi, dislocati sotto i portici di Palazzo Mantica, esporranno le loro dolcezze gli artigiani del cioccolato, il Mercato del Cioccolato d’Autore proporrà infatti numerosi banchi con nomi selezionati di produttori esclusivi  nel campo della pasticceria.

 

Nel pomeriggio di domenica dalle ore 15, nella Piazza del Municipio, non mancheranno musiche e balli con diversi gruppi di musica occitana (ad ingresso libero).

 

Per tutta la giornata di domenica 9, infine, e di lunedì 10 novembre, nelle vie dopo l’Arco di Narzole, nella piazza Lagorio, via Galileo Ferraris, un tratto di viale Salmatoris e di via Ferrua, ci saranno anche numerosi banchetti della fiera di San Martino, con prodotti e attrezzature vari. 

 

 

Cherasco, 22 ottobre 2014

Carlo Sismonda (1929-2011) Sinfonie di colori Cherasco (CN) – Palazzo Salmatoris dal 12 ottobre al 28 dicembre 2014

Sarà inaugurata domenica 12 ottobre 2014 la grande mostra di fine anno nelle sale di Palazzo Sismonda Tramonto nella campagna di Torre San Giorgio 1994 olio cm 80x60Salmatoris: “Sinfonie di colori” dedicata a uno dei maggiori esponenti dell’arte figurativa della Provincia Granda, Carlo Sismonda (Racconigi 1929-2011).

 

Per il Maestro, la musica e la pittura sono una sintesi estrema della sua espressione artistica, che lo hanno accompagnato durante tutta la sua esistenza.Sismonda durante la lunga, solitaria e fuori dal coro, ricerca di un personale linguaggio, ha rivoluzionato più volte il suo stile: dalla pittura classica, ai Macchiaioli, dal Divisionismo all’Impressionismo, ai Fauves e all’Espressionismo.

Per un breve periodo si è dedicato anche alla pittura astratta, per poi ritornare ad un figurativo adeguato al tempo in cui ha esercitato. Pur accettando quest’eredità, la sua maturazione continua lo ha portato a raggiungere uno stile personalissimo: il colore come parametro generatore delle proprie tele, la pittura che traduce l’urgenza espressionistica di comunicare una tensione interiore pervasa d’inquietudine, eroismo, impeto, mitigata però, nel contempo, da una più equilibrata e lirica armonia tipicamente mediterranea.

 

«Uomo ingenuo d’infantile purezza, trasparente e allo stesso tempo complesso – lo descrive la nipote Marilena Audisio, che ha curato la mostra collaborando con la Città di Cherasco e la Cherasco Eventi - sprezzante del conformismo ma legato alla genuina tradizione rurale e capace di passioni contrastanti: dalla tumultuosa energia, alla delicata e struggente dolcezza, tenace e testardo fino all’inverosimile, ha affrontato con coraggio i limiti imposti da un destino avverso e da una grave malattia. Il dolore ed il conflitto hanno esercitato nella sua arte una forza catartica che ha generato “la pittura del silenzio” la massima espressione di un artista unico. I due universi che convivono in lui, musica e pittura, si compenetrano nelle sue tele diventando vere e proprie “sinfonie”: i colori carichi, ardenti, ora dolci ora struggenti piangono e cantano, trasmettono sensazioni, ricordi, rievocano luoghi, diventano simboli di spiritualità. Espressione, forma e cromatismo convivono armonicamente restituendoci un’opera d’arte di rara e autentica poesia».

 


CARLO SISMONDA è nato, ha vissuto e lavorato da sempre a Racconigi, città che ha amato profondamente e che l’ha visto protagonista della sua giovane ed irruente fede negli ideali di libertà concretizzati nella sua attività di staffetta partigiana.
Dal 1936 al 1943 si dedica con passione al disegno e allo studio della musica. Nel 1938 ottiene un premio per giovani concertisti. Nel 1955 sostiene a Milano l’esame di compositore e l’iscrizione alla SIAE.
Negli anni ’40 i primi lavori di adolescente sono sottoposti all’attenzione di Piero Solavaggione, maestro postimpressionista («Carlo ha i “garretti buoni”, percorrerà molta strada»).
Il primo dopoguerra rappresenta per il Maestro un momento di fiduciosa-entusiastica ricerca che lo vede partecipe al complesso e controverso dibattito delle post avanguardie, tra il cosiddetto Realismo socialista, il secondo Astrattismo e l’Informale.
Negli anni ‘50-’60 vive il clima di gran fermento artistico-culturale che vede Torino e Milano centri di rinnovamento del linguaggio pittorico, la Torino di Spazzapan e del pittore filosofo Albino Galvano (MAC); del primo studierà attentamente la disgregazione delle forme e dal secondo recupererà il colorismo puro.
Gli anni ’60 sono quelli delle prime mostre e degli spostamenti tra Parigi e la costa Azzurra dove si consumano le esperienze postimpressioniste, di quelle dei maestri Picasso-Chagall-Matisse, del suo sodalizio con Carlo Levi, della particolare riflessione sull’arte di Carlo Carrà e della penetrazione profonda di quella di Van Gogh. Particolarmente interessato, poi, al Neocubismo di Ego Bianchi, la sua pittura è stata apprezzata da Carrà, Severini, Levi, Migneco, Spazzapan e, dagli anni ’80-’90, comincia ad essere nota in tutto il mondo, avendo esposto i suoi lavori in musei e gallerie di tutti i continenti del nostro pianeta (Tokyo e Kyoto, New York e Los Angeles, Berlino e Bonn, San Francisco e Toronto, Londra e Ottawa, Vienna e Montreal, Colonia e Amburgo, Roma e Zurigo, Amsterdam e Parigi, ecc.).
Carlo Sismonda, ha composto molti brani musicali che ha eseguito in Italia e all’estero.
Nel 2000 presenta a Roma, per il Giubileo, l’opera “Via Crucis” che si trova nella Basilica del Sacro Cuore di Maria in Roma.
Si spegne il 31 agosto 2011 a Racconigi (CN).Nell’antologica cheraschese saranno esposte circa 90 opere, provenienti da collezioni pubbliche e private che testimoniano l’iter artistico del pittore-musicista, a partire dal 1940 fino ad arrivare al 2010, l’anno prima della sua scomparsa. A corollario un video e un catalogo.La mostra di Carlo Sismonda sarà ufficialmente inuaugurata domenica 12 ottobre 2014 alle ore 10.30 nella Sala del Consiglio di Palazzo Comunale di Cherasco.

 

Palazzo Salmatoris - Cherasco (Cn)
12 ottobre – 28 dicembre 2014

 

Ingresso gratuito

 

Orario:
da mercoledì a venerdì, ore 14,30/18,30
sabato e domenica, ore 9,30/12,30 - 14,30/18,30Segreteria della Mostra

 

Tel. 0172.42.70.50 - Fax 0172.42.70.55
www.comune.cherasco.cn.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

771° COMPLEANNO della CITTA’ di CHERASCO Premio “Cheraschese dell’anno” Teatro Salomone, sabato 8 novembre 2014

Il 12 novembre è il compleanno di Cherasco: la città compie 771 anni.

Cherasco veduta

«Cherasco è straordinariamente una delle poche Città in possesso del suo “atto di nascita”, il 12 novembre 1243 … - scrive Bruno Taricco sulla “Guida di Cherasco”- sul piano alla confluenza delle vallate di Stura e di Tanaro, Manfredi Lancia, vicario imperiale, e Sarlo di Drua, podestà di Alba, fondarono la “villanova” di Cherasco per insediarvi villani e signori di numerosi castelli della zona, insieme ai Braidesi, che avevano dovuto abbandonare le loro case… Sul piano pratico, Cherasco vide subito convivere gente di diversa provenienza, cui furono concessi lotti in cui realizzare le abitazioni private, scanditi da un sistema viario a pianta ortogonale che suddivideva il terreno in quattro quartieri e successivamente in isolati in cui gli abitanti si insediarono omogeneamente rispetto alla provenienza..».

 

Per festeggiare il natalizio della città, amministratori e cheraschesi si ritroveranno sabato 8 novembre 2014, alle ore 20.45, al Teatro Salomone: ci sarà musica, danza con il gruppo cheraschese “Cherasco Suite”, la rievocazione della storia della fondazione di Cherasco.

 

L’Amministrazione comunale poi conferirà il premio “Cheraschese dell’anno” a un concittadino, che si è distinto per le sue azioni e la sua personalità: quest’anno lo riceverà Roberto OLIVERO, presidente dell’“ASD Cheraschese 1904”.Successivamente interverrà Omar Pirovano, comico di Zelig.

 

A chiusura della serata di festa in piazza Möckmühl gli Alpini di Cherasco prepareranno e distribuiranno vin brulè e cioccolata calda per tutti.

 

È dal 2008 che è stato istituito il premio “Cheraschese dell’anno”, che ricordiamo è stato conferito aiRoberto Olivero signori  ATTILIO COSTAMAGNA, direttore della banda musicale “Mons G. Calorio”, e MARIANO COSTAMAGNA imprenditore; nel 2009 a SUOR MARIA ESTER, madre superiora dell’istituto Gallaman; nel 2010 a GIOVANNI BOTTERO, direttore generale della Banca di Cherasco; nel 2011 a DON BARTOLOMEO RININO, missionario in Africa per 40 anni; nel 2012 al MARCO VALENTE, primario della divisione di chirurgia all’ospedale “Santo Spirito” di Bra; l’anno scorso a DON ANGELO CONTERNO, parroco di San Pietro di Cherasco.

 

«Anche quest'anno, – dice il sindaco Claudio Bogetti – in occasione del Compleanno della Città, vogliamo assegnare il riconoscimento di "cheraschese dell'anno" ad un personaggio che si sia distinto per l’impegno nella nostra comunità. Abbiamo scelto di premiare Roberto Olivero, imprenditore e presidente della Cheraschese. Tante sono le motivazioni che ci hanno portati a questa decisione: Olivero si è sempre dimostrato un presidente attivo, attento alle esigenze sia della società calcistica che della città. Ha fatto crescere la Cheraschese, società che può vantare ben 110 anni di onorata storia. Si è impegnato nei confronti dei nostri giovani offrendo opportunità di svolgere uno sport che da sempre è tra i più amati nel nostro Paese. Lo sport è una componente essenziale soprattutto nei ragazzi che imparano a condivdere con altri successi e sconfitte, è un palcoscenico di vita dove si imparano regole fondamentali. Il riconoscimento a Olivero vuole essere però anche un premio alla Cheraschese, per il suo lungo cammino, per le soddisfazioni che ha saputo regalarci in campo sportivo,  è altresì un ringraziamento a tutti gli sponsor e volontari che a vario titolo permettono che la gloriosa storia della Cheraschese continui».

 

 

Cherasco, 29 ottobre 2014

MERCATO del GIOCATTOLO ANTICO, 20^ edizione MERCATO della CARTA DA COLLEZIONE – 2^ edizione MOSTRA-MERCATO della PITTURA, della SCULTURA e della PRODUZIONE ARTISTICA e ARTIGIANALE – 13^ edizione Domenica 12 ottobre 2014 nel CENTRO STORICO

L’ultimo appuntamento settoriale dei Mercati di Cherasco domenica 12 ottobre 2014 è quello del antiq mercatoMercato del giocattolo antico e del modellismo d’occasione la 20^ edizione, quest’anno accostato alla 2^ edizione del Mercato della Carta da collezione e alla 13^ Mostra-Mercato della Pittura, Scultura e Produzione Artistica e Artigianale.

 

Il Mercato del giocattolo antico e del modellismo d’occasione presenterà bancarelle di collezionisti di giocattoli “di una volta” e di appassionati di modellini dislocate sotto i portici e lungo le vie più centrale della città, via Vittorio Emanuele nei pressi del Municipio e i portici di Palazzo Mantica.
Ci saranno espositori di giocattoli antichi, collezionisti di bambole di porcellana, di vecchi passatempi intagliati nel legno, di oggetti usati per il divertimento dai nostri nonni, vari e numerosi articoli ludici. Accanto a questi si potranno inoltre trovare pezzi di modellismo classico ferroviario, automobilistico, navale, di soldatini; per gli appassionati sarà inoltre possibile scambiare esperienze con colleghi del settore e con aziende e mercati speciali rari.
L’appuntamento annuale con il giocattolo e il modellismo usato è diventato ormai un “classico” di tutta l’Italia del Nord tra le non numerose manifestazioni italiane del settore specifico.

 

Accanto a quello ci sarà per il secondo anno il Mercato della Carta da collezione: si potranno trovare (come per il mercato specializzato di luglio) libri, vecchi e usati, fumetti di ogni genere, pubblicazioni diverse, cataloghi, spartiti musicali, raccolte, cartoline, manifesti, pubblicità, stampe antiche e vecchie, insomma ogni genere di materiale cartaceo da collezionismo.

 

Nella stessa giornata di domenica 12 ottobre 2014, sempre nel Centro Storico di Cherasco, infine ci sarà la Mostra-Mercato della Pittura, della Scultura, della Produzione Artistica e Artigianale (13^ edizione). Questo appuntamento, con i lavori di pittori, scultori, ceramisti, artisti in generale, è diventato un “unicum” della “Città delle Paci”: si presenta ricco e variegato, non solo pittori e scultori esporranno le loro opere su cavalletti e piedistalli sparsi sotto i portici e ovunque nelle vie Vittorio Emanuele e Cavour, ma ci saranno tantissimi artigiani con le più svariate produzioni artistiche, ceramiche fatte a mano, lavori in tessuto, in ferro battuto, in legno, in vetro, con pietre dure, cose di découpage, pitture su vetro, produzioni in feltro, in bambù, con fiori, insegne dipinte a mano, gioielli fai da te di diverso materiale e una miriade di oggetti neanche immaginabili.
Tantissime opere frutto della fantasia, della creatività, dell’ingegno, dell’immaginazione umana: per caratterizzare e distinguere, ancora una volta, Cherasco, meta ambitissima di artisti con il suo storico Palazzo Salmatoris e le altre sedi di mostre.

 

I Mercati si svolgeranno dalle ore 8 alle 18. La città, solo per domenica, si presenta con il Centro Storico completamente pedonale; una grande area camper attrezzata può accogliere fino a 300 roulotte o camper; 8 hotel e oltre 17 bed and breakfast sono a disposizione per ospitare chi vuole arrivare un giorno prima o andare via un giorno dopo.
Per la ristorazione Cherasco offre, nel suo centro, oltre una decina di ristoranti e osterie, oppure prendendo l’auto altri 20 locali nel territorio; inoltre bar, caffetterie, pasticcerie quel giorno si organizzano con tavolini e sedie all’aperto.

Info: ufficio del turismo “Cherasco Eventi” 0172427050.

 

Mostre

 

Contemporaneamente ai mercati sopra citati, Cherasco offre la visita ad alcune mostre e rassegne di diverso genere.

 

La mattina di domenica 12 ottobre ci sarà l’inaugurazione dell’importante mostra antologica dedicata al Maestro Carlo Sismonda (1929-2011) dal titolo “Sinfonie di colori”, ospitata a Palazzo Salmatoris fino al 28 dicembre: la rassegna comprende oltre novanta opere provenienti da collezioni pubbliche e private che testimoniano l’iter artistico del pittore-musicista nativo di Racconigi, a partire dal 1940 fino ad arrivare al 2010, l’anno prima della sua scomparsa.

A corollario un video e un catalogo.

 

Nella Chiesa di San Gregorio, fino al 26 ottobre, “White” di Eva Reguzzoni mostra a cura di Fabio Carnaghi, che ha come special partner ARK Cultural Property and Contemporary, partner tecnico La Compagnia del Sole, con il supporto di MEB Arte Studio, Borgomanero.Al Palaexpo (in piazza degli Alpini) il Club Ruote d’Epoca propone la mostra dedicata alla Lancia Fulvia. Fino al 7 dicembre si potrà ammirare dal vivo un’ampia gamma di modelli e versioni. La mostra sarà visitabile ogni sabato, domenica e festivi dalle 9,30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.00, nei giorni feriali su appuntamento (telefonando al n. 340 2911945).Tutte e tre le mostre sono ad ingresso libero.

 

 

Cherasco, 24 settembre 2014