Comunicati Stampa

Sei domeniche a Cherasco nel 2019 per trovare i pregiati pezzi d'antan


Anche il 2019 sarà caratterizzato dai Grandi Mercati dell'antiquariato e del collezionismo, appuntamenti che registrano sempre un grande numero di visitatori, decine di migliaia che arrivano nella Città delle Paci alla ricerca del pezzo Mercato dellantiquariatounico, raro, da aggiungere alla collezione.
Sarà però un anno di novità: spariscono i mercati specializzati che vengono sostituiti con gli Storici Grandi Mercati. Sulle bancarelle si potrà quindi trovare ogni tipo di oggetto, dai mobili alle suppellettili, libri, giocattoli, arnesi da lavoro, stoffe e tanto altro ancora.
Gli appuntamenti saranno le domeniche 14 aprile, 12 maggio, 9 giugno, 8 settembre, 13 ottobre e 8 dicembre. Non ci saranno quindi più i mercati dedicati al libro, al mobile antico, ai giocattoli e modellismo, al retrò, alle ceramiche e vetro d'autore, alla scultura.
Spiega l'assessore alle Manifestazioni, Marella Fumero: «I Grandi Mercati hanno sempre un grande successo di visitatori, tra appassionati, collezionisti ma anche tante famiglie e sono uno dei tasselli principali del nostro calendario eventi, avendo raggiunto le oltre cento edizioni. Abbiamo pensato ad un cambiamento sostanzialmente per due motivi: nei mercati specializzati, quindi limitati come articoli da esporre, molti ambulanti chiedevano di proporre anche merce diversa rispetto a quella oggetto del mercato. Una seconda motivazione riguarda i turisti: Cherasco è conosciuta per i suoi grandi mercati dell'antiquariato e chi arrivava in città nelle domeniche dei mercati specializzati, quindi con meno banchi rispetto ai molti delle tre date principali, restava un po' deluso».
Resterà l'appuntamento di novembre con Cherasco Natura, il mercato dedicato ai prodotti enogastronomici biologici e naturali e il mercato del cioccolato d'autore.



Cherasco, 7 dicembre 2018

 

Anche quest'anno l'Amministrazione comunale ha voluto complimentarsi con gli atleti della Bocciofila Roretese Bcc Cherasco, presieduta da Vincenzo Gerbaldo, per gli ottimi risultati della stagione nel Campionato di 1° Categoria.

Bocciofila Roretese Bcc CherascoA portare i saluti e gli auguri del Comune sono arrivati tra le bocce roretesi il vicesindaco Carlo Davico, l'assessore Massimo Rosso e il consigliere Pino Bonura.


«È sempre un piacere stringere la mano a questi atleti - commenta Davico - che portano alto il nome di Cherasco in tante gare non solo a livello locale, ma in tutto il Paese. L'Amministrazione è vicina alle società sportive, agli atleti, ai dirigenti che ogni giorno si impegnano per ottenere i meritati risultati».


A sottolineare i successi della Bocciofila Roretese anche Giovanni Claudio Olivero, direttore generale della Banca di Cherasco che sponsorizza la società: «Siamo sempre vicini al mondo dello sport e al territorio che, per quanto è in nostra possibilità, continuiamo a sostenere con grande convinzione».


Cherasco, 10 dicembre 2018

L'idea lanciata da una cittadina diventa contagiosa e il viale napoleonico si arricchisce di piccoli presepi.


Presepi 1Maria Mesiano aveva lanciato una proposta su Facebook: "Cari amici, tutti conosciamo la bellezza del nostro viale del castello e dei suoi alberi", prendendo ad esempio alcuni paesi di Langa e Roero, ma anche della vicina Liguria, aveva continuato: "mi è venuto in mente che sarebbe bello allestire anche nella nostra città dei piccoli presepi nelle cavità degli alberi davanti al castello". Giorno dopo giorno le cavità delle piante secolari sono diventate così piccole rappresentazioni della Natività.


Famiglie, associazioni, commercianti, in tanti hanno aderito: si sono recati nel lungo e maestoso viale alla ricerca della cavità libera per costruire la propria rappresentazione natalizia, ognuno con un'idea diversa, usando materiali di ogni tipo e il viale pian piano si è animato e arricchito.


«È bello vedere i cheraschesi così attenti alla loro città - commenta il sindaco Claudio Bogetti che non ha esitato a dare il parere favorevole all'iniziativa - e la vogliono rendere sempre più bella e accogliente. L'idea di Maria ha coinvolto tutta la città e questo non può che essere un orgoglio per l'Amministrazione. La bella iniziativa valorizza questo viale che, già bello e affascinante, offre l’occasione di una piacevole passeggiata. Invito tutti ad ammirare questi piccoli capolavori, e allo stesso tempo a rispettarli, sono doni che i cheraschesi fanno alla loro città, quindi a tutta la comunità».

 



Cherasco, 5 dicembre 2018

È stato approvato all’unanimità, nell’ultimo Consiglio comunale, il “Regolamento per la tutela e la valorizzazione delle attività agroalimentari tradizionali locali”.

Gusta Cherasco prodotti
La proposta arriva dall’associazione Gusta Cherasco che ha chiesto all’Amministrazione di istituire la Denominazione Comunale (De.Co.) con l’obiettivo di censire e valorizzare quei prodotti agroalimentari e le tradizioni legate alla storia e alla cultura del territorio comunale, al fine di promuoverle e garantirne la sopravvivenza.


Il regolamento prevede l’istituzione di una commissione che valuterà le proposte. È composta da: sindaco o suo delegato, rispettivamente un rappresentante della maggioranza consiliare, due della minoranza, uno di Gusta Cherasco, uno di Cherasco Eventi e uno della commissione comunale per il Commercio.


«Quando è arrivata la proposta da Gusta Cherasco – spiega il sindaco Claudio Bogetti – come Amministrazione ci siamo trovati subito d’accordo in quanto riteniamo importante valorizzare le eccellenze del territorio, frutto di impegno quotidiano di produttori che sposano la filosofia della genuinità, della tradizione, del rispetto dell’ambiente. La De.Co. permetterà di mantenere questi saperi che vengono tramandati di generazione in generazione, produzioni che altrimenti si perderebbero. Sono soddisfatto che tutto il Consiglio abbia espresso parere favorevole sulla proposta».


Aggiunge il presidente di Gusta Cherasco, Umberto Ferrondi: «Gusta Cherasco è un progetto che mira proprio a riunire in un grande contenitore tutte le eccellenze agroalimentari del nostro territorio, mantenendone le rispettive peculiarità. Alcuni prodotti sono già conosciuti e affermati, altri si stanno facendo conoscere. Avere la De.Co. non è solo un fatto di etichetta, ma dietro questa scritta c’è l’impegno, la volontà di portare avanti il lavoro, spesso faticoso, di quei produttori che credono nella genuinità, nella tradizione, nella stagionalità. Cherasco è conosciuta per la sua arte, la storia, le tante iniziative culturali, ma vanta anche un patrimonio enogastronomico di tutto rispetto che merita di essere valorizzato e fatto conoscere».

 


Cherasco, 5 dicembre 2018

Per il terzo anno consecutivo la città di Cherasco è salita sul palco a ritirare il riconoscimento di "Dopo l'Unesco Io Agisco", il concorso promosso dall'assessorato alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte che ha come obiettivo Io agisco2018quello di premiare chi valorizzare il territorio.
Al concorso possono partecipare i Comuni, le associazioni, le scuole, le parrocchie, i cittadini, le aziende che risiedono o abbiano la loro attività in uno dei 101 Comuni facenti parte del Patrimonio Unesco di Langhe-Roero e Monferrato.
Cherasco quest'anno ha partecipato con 17 progetti, alcuni realizzati dall'Amministrazione comunale, altri da associazioni e parrocchie. A vincere nella categoria "Settore artistico" è stato il progetto "Un cortile colorato e accogliente". Si tratta del lavoro realizzato nel cortile della scuola Media del capoluogo e che ha visto la collaborazione degli studenti.
A ritirare il premio nella cerimonia che si è svolta ad Asti l'assessore Massimo Rosso e i consiglieri Enrico Marengo e Mara Degiorgis in veste anche di vicepresidente dell'istituto "Sebastiano Taricco".
Due anni fa Cherasco aveva vinto nella sezione "Recupero e valorizzazione" con l'immobile restaurato a Roreto che accoglie l'Anagrafe, la biblioteca civica, la bocciofila e altre associazioni della frazione.
Lo scorso anno la Città delle Paci era stata premiata per i tanti progetti inviati.
«È con orgoglio che ritiriamo questa targa - commenta l'assessore  Rosso - convinti che anche con piccole azioni si possa migliorare il territorio, non solo dal punto io agisco 2di vista estetico, ma anche ambientale. L'Amministrazione comunale è sempre attenta allo straordinario patrimonio artistico e naturale del territorio e promuove azioni per la sua tutela e recupero. È positivo che anche associazioni e privati cittadini si sentano coinvolti nel far più bella la città e le frazioni e mettano in campo azioni per migliorare il luogo in cui vivono».

 



Cherasco, 29 novembre 2018

Home - Comune di Cherasco - Via Vittorio Emanuele 79, 12062 Cherasco (CN) - PIVA 00478570047

Email URP: urp@comune.cherasco.cn.it - Posta Elettronica Certificata: cherasco@postemailcertificata.it

Email D.O.P.: matteo.odasso@outlook.com - Posta Elettronica Certificata D.P.O.: matteo.odasso@pec.it

Ulteriori Dati D.P.O.: Responsabile della protezione dei dati (D.P.O.) Dott. Matteo Odasso

Privacy Policy