Comunicati Stampa

Il Consiglio comunale del 19 luglio, il secondo della legislatura guidata da Carlo Davico, è iniziato con la presa d'atto della delibera di costituzione dei gruppi consiliari: Insieme per la tua Cherasco che vede nel consigliere Sergio Barbero il capogruppo e Nuova Cherasco con capogruppo Giovanbattista Boccardo. La seduta è proceduta con la determinazione del gettone di presenza ai consiglieri comunali: 13,55 euro.



L'assestamento di bilancio votato all'unanimità


L'assessore al Bilancio Elisa Bottero ha illustrato l'assestamento di bilancio: «È stata fatta una variazione di bilancio, sia in entrata che in uscita. Per quanto riguarda le entrate abbiamo inserito i 150 mila euro che è l'applicazione Consiglio comunale 19 luglio 2019dell'avanzo di amministrazione di cui 86 mila verranno destinati alle spese correnti, il resto per finanziamento delle spese in conto capitale. Abbiamo una minore entrata di 70 mila euro ma che è anche inserita nelle minori spese. Questa somma era stata inserita nel bilancio di previsione per eventuali elezioni di carattere statale che non è stata utilizzata. Sono entrati 25 mila euro in più di contributo per la realizzazione del Premio Cherasco Storia, contributo dalle banche che non era stato inserito nel bilancio di previsione perchè non avevamo la certezza dell'entrata. Abbiamo un aumento di 70 mila euro per quanto riguarda i contributi dallo stato per investimenti che deriva dal recupero del patrimonio immobiliare e dall'efficentamento energetico. Con questa maggiore entrata e il nostro cofinanziamento di 100 mila euro si ristrutturerà l'ex asilo di Veglia. È stata anche inserita una maggiore entrata per quanto riguarda l'alienazione di fabbricati pari a 1.860.000 sia in entrata che in uscita. È la vendita della palestra. Per quanto riguarda le spese, le cifre più significative la minor spesa di 20 mila euro che riguarda il pagamento degli scrutatori per le elezioni. Erano stati accantonati a titolo prudenziale. In realtà ne sono stati spesi solo 9.800. C'è poi una maggiore spesa di 15.000 euro che riguarda l'ufficio tecnico, in particolare gli incarichi professionali per i vari progetti. Una maggiore spesa riguarda la manutenzione di strade e piazze comunali di 59.000 euro. Altri 55 mila euro in più riguardano l'illuminazione pubblica. Sono stati aumentati i punti luce e relativo carico». La delibera è stata votata all'unanimità.


Progetto Alcotra – L'avventura geologica, una nuova opportunità turistica


All'ordine del giorno la convenzione di cooperazione per il progetto Alcotra – L'Avventura geologica. A fine 2015 la Giunta aveva approvato la partecipazione al progetto “L'avventura geologica” del programma Alcotra 2014-2020 come partner di una cordata il cui capofila è il dipartimento delle Alpes de Haute Provence con sede a Digne. Il progetto ha come obiettivo quello di creare un nuovo elemento di sviluppo turistico attraverso la valorizzazione del patrimonio geologico di un territorio transfrontaliero. Nel 2017 è poi stata approvata una prima convenzione tra i vari enti partecipanti al fine di selezionare un assistente, esperto nel campo digitale, che svolga un'attività di supporto di tutti i partner del progetto. Il progetto arriva ora nella fase esecutiva e al suo interno è prevista al redazione di un “cofanetto didattico” che ha come obiettivo quello di dare ai bambini i mezzi per comprendere e scoprire la geologia. A spiegare la delibera è il consigliere Sergio Barbero: «Per il versante italiano prendono parte al progetto, oltre a Cherasco, i comuni di Frabosa, Fossano e l'Unione del Fossanese. A Cherasco sono destinati 197 mila euro per recuperare in parte la chiesa di San Giacomo e in parte per ripristinare il sito dei rii. Cherasco era stata interpellata inizialmente per i rii ma nel frattempo il Comune ha ricevuto in donazione la chiesa di San Giacomo dove verrà trasferito il museo Giorgio Segre che oggi si trova in una sede molto piccola. Da questa chiesta partirà anche il percorso che avrà il suo culmine nei rii, ci saranno dei sentieri. Ora bisogna procedere alla creazione di questo cofanetto didattico che sarà predisposto per dare fruibilità di questo sito agli studenti. Non è un costo aggiuntivo ma uno sviluppo del progetto iniziale». La delibera è passata all'unanimità.

 


Nominata la Commissione Edilizia: Piero Costamagna è ancora presidente. Nominato il rappresentante comunale alla scuola materna di Roreto


È stata poi nominata la Commissione Edilizia. È composta da sette elementi nominati dal Consiglio comunale. I nomi proposti dalla maggioranza sono Piero Costamagna, Sergio Germanetti, Adelio Panero, Dario Boschetti e Renzo Lamberti. La minoranza propone Elio Cagnassi, Michael Masante. La composizione è stata votata all'unanimità. Un errore di votazione da parte di alcuni consiglieri rende nulle quattro schede nell'elezione del presidente della Commissione. La maggioranza propone Piero Costamagna, che già ricopriva questo ruolo nelle precedenti legislature. Il segretario comunale chiede di votare “si” o “no” ma quattro consiglieri invece di scrivere quanto chiesto, scrivono sulla scheda “Cagnassi” e i quattro voti diventano nulli. Il presidente è eletto: Piero Costamagna con sette voti a favore.
Altra votazione ha riguardato la rappresentanza comunale all'interno della scuola materna di Roreto. Con sette voti viene nominato il consigliere Giuseppe Bonura. La minoranza aveva proposto Giovanbattista Boccardo che riceve solo quattro preferenze.
Durante la seduta è stata aggiunta, con voto favorevole di tutti i consiglieri, una nuova commissione comunale consultiva. Si tratta della Commissione Turistico che si aggiunge alle esistenti Urbanistica, Infrastrutture Viabilità, Sport e Tempo Libero, Ecologia ed Ambiente, Cultura, Bilancio, Assistenza, Sicurezza e Famiglia, Politiche Giovanili, Commercio e Attività Produttive.



Lo Statuto comunale ora prevede anche la figura del presidente del Consiglio


Passa all'unanimità il nuovo Statuto comunale. A spiegare le modifiche apportate al vecchio documento è stato il segretario comunale, Chiara Nasi: «La commissione di revisione si è riunita in due sedute. Sulla parte dei principi fondamentali è stata indicata la possibilità di poter convocare il Consiglio comunale anche in una sede differente da quella ordinaria per motivi di urgenza o particolari. Per quanto riguarda la parte più istituzionale relative alle riforme dopo il 1991. La composizione della Giunta, con la classe demografica di Cherasco, prevede quattro assessori ma se cambierà la normativa di riferimento non si dovrà modificare lo statuto in quanto è già prevista la possibilità di una variazione in base a nuove leggi. È disciplinato in modo dettagliato il funzionamento degli organi, soprattutto del Consiglio comunale che deve essere effettuata con posta elettronica certificata. In altre sezioni è stato fatto riferimento all'accesso civico, all'accesso documentale e agli istituti di partecipazione. Una importante modifica dello statuto riguarda il Consiglio comunale con la possibilità di nominare il presidente del Consiglio».  

 

 


Cherasco, 24  luglio 2019

Da Roreto di Cherasco direzione Germania. Il gruppo Sbandieratori Cherasco 1243 nel fine settimana scorso ha rallegrato con le sue bandiere colorate e il rullo di tamburi la popolazione di Mockmühl, città tedesca gemellata con Cherasco.

Sbandieratori di Cherasco in Germania 1
Per le suggestive vie della cittadina hanno sventolato i colori e simboli della Città delle Paci ricevendo i tanti applausi del pubblico che ha ammirato gli spettacolari esercizi.


Ad accompagnare il folto gruppo è stato il consigliere comunale Giuseppe Bonura. «Il gruppo di sbandieratori e musici è uno dei tanti orgogli della nostra città – commenta il sindaco Carlo Davico. - Ospite in tante occasioni non solo a Cherasco, ma in tutta la provincia e oltre, ora ha rallegrato, con le sue bandiere e tamburi, con esercizi spettacolari, che richiedono grande allenamento ed impegno, anche il pubblico della città tedesca e per noi esportare queste eccellenze è davvero un onore. – Aggiunge - Questi scambi con le città gemellate dimostrano che i gemellaggi che abbiamo stretto in questi anni non sono solo parole sulla carta, ma un reciproco scambio di culture, di arte, di amicizia, di esperienze cheSbandieratori di Cherasco in Germania 2 arricchiscono entrambe le parti».

 

 

 

 


Cherasco, 23 luglio 2019

Il neosindaco di Cherasco, Carlo Davico, ha ufficializzato le deleghe agli assessori e consiglieri comunali.

foto delegheIl vicesindaco Claudio Bogetti si occuperà di Edilizia privata, Urbanistica, Lavori Pubblici, Infrastrutture, Viabilità, Eventi legati ai grandi mercati di Cherasco, Mostre d'arte.

All'assessore Umberto Ferrondi sono state delegate Valorizzazione dei prodotti enogastronomici del territorio e promozione di eventi legati ai prodotti e alle peculiarità enogastronomiche di Cherasco, Commercio, Servizi ecologici, Attività produttive.

All'assessore Elisa Bottero il sindaco ha dato le deleghe in Bilancio, Tributi, Politiche giovanili, Accoglienza turistica, mentre ad Agnese Dogliani Agricoltura, Viabilità rurale, Frazioni destra Stura, Servizi demografici ed elettorali.

Il primo cittadino si occuperà di Affari istituzionali, Personale, Protezione civile, Trasporti, Patrimonio.

Anche i consiglieri comunali hanno ricevuto deleghe specifiche dal sindaco Davico: Massimo Rosso si occuperà di Scuola, Politiche sociali ed assistenziali, Servizi pubblici in concessione, Polizia municipale; Sergio Barbero di Cultura, Manifestazioni ed eventi legati alla promozione della cultura, Tutela ambientale, Organizzazione delle Mostre gestite dall’Associazione “Cherasco cultura” Turismo culturale, gemellaggi; Giuseppe Bonura di Manutenzione infrastrutture Oltre Stura, Sicurezza, Sport, Gestione impianti sportivi; Lidia Fissore di Rapporti con il tessuto associativo e volontariato, Pari Opportunità, Cimiteri.  

«Le deleghe - spiega il primo cittadino - sia agli assessori che ai consiglieri sono state valutate guardando diversi aspetti, dalla rappresentatività del territorio alle specifiche competenze, all'esperienza maturata. Grazie alla capillare presenza sul territorio di consiglieri ed assessori saremo in grado di cogliere problematicità e potenzialità in modo puntuale. Cherasco ha un'estensione molto vasta ed eterogenea pertanto è necessario avere riferimenti precisi in tutto il territorio per poter dare risposte concrete e puntuali».  

 



Cherasco, 1 luglio 2019

Sarà Lenta Group di Roreto di Cherasco a costruire la nuova scuola primaria in frazione Bricco. La gara d'appalto si è conclusa e, dopo le verifiche richieste dalla normativa, la ditta che ha vinto il bando con un ribasso dell'1% si è vistaaggiudicata i lavori.


La nuova scuola di Bricco costerà 1.182.000 euro. Di questi 175 mila derivano dall'alienazione dell'attuale edificio scolastico in via delle Scuole, 90.435 da mutuo con la Banca di Cherasco, 300.000 (risparmiati per l'ampliamento della scuola primaria di Roreto) con mutuo dalla Cassa Depositi e Prestiti, il resto con fondi comunali.


Il nuovo edificio sorgerà vicino alla scuola dell'infanzia inaugurata a fine 2015. La crescita demografica e lo stato dello stabile che oggi ospita gli alunni delle Elementari di Bricco hanno portato la necessità di costruire un polo nuovo. Il vecchio edificio in via delle Scuole è ormai vecchio, inadeguato e non consente ampliamenti. Le classi sono piccole, per raggiungere la palestrina è necessario transitare in un'aula, le scale sono strette e non più idonee.


«Finora Bricco ha sempre avuto solo cinque classi della primaria, dalla prima alla quinta. Da settembre ci saranno, per la prima volta ben due prime. - spiega il sindaco Carlo Davico. – È  impensabile continuare ad utilizzare il vecchio stabile che non risponde più alle esigenze, né in termini di spazi che di sicurezza. L'edilizia scolastica è stata in questi anni sempre al centro dell'attenzione da parte dell'Amministrazione. Quando i genitori lasciano i figli all'ingresso della scuola devono essere tranquilli che i bimbi possano trovare ambienti confortevoli, idonei, accoglienti e sicuri. In questa direzione vanno le nostre politiche sulla scuola».


I lavori inizieranno a settembre. Aggiunge il primo cittadino: «Come abbiamo fatto in passato saremo attenti al rispetto del cronoprogramma e ai materiali utilizzati. Lenta Group è una ditta seria, ha già realizzato recentemente la nuova palestra del capoluogo. Siamo fiduciosi che la frazione potrà avere la nuova scuola in tempi brevi».


Intanto procede anche l'iter per la costruzione della nuova primaria del capoluogo che sorgerà accanto alla nuova palestra comunale e sarà realizzata grazie ad un bando regionale.  

 

 



Cherasco, 12 luglio 2019


Dopo sensibilizzazioni e avvisi ripetuti, l'Amministrazione comunale passa ai fatti e sanziona chi lascia rifiuti lungo strade, piazze, campi, fossi su tutto il territorio, dal capoluogo alle frazioni.
Immondizia lungo le strade
«Nonostante più volte in questi anni siano stati emessi avvisi e appelli - spiega l'assessore Umberto Ferrondi - sono troppi i comportamenti incivili che deturpano il nostro bel territorio. Basta fare un giro nelle campagne per constatare come troppa gente non abbia rispetto del bene comune, lasciando immondizia su strade e campi».

Si passa alle sanzioni. Ammonta a 600 euro la multa per chi lascia rifiuti abbandonati e alcuni trasgressori sono già stati individuati e sanzionati dalla polizia locale.
«A volte l'aiuto per risalire ai colpevoli - spiega Livio Perano, a capo dei civich cheraschesi - arriva dalle telecamere ma spesso è aprendo i sacchi e guardando tra i rifiuti che si risale al proprietario. Ne abbiamo già individuati parecchi e alcuni sono stati multati, per altri la sanzione è in arrivo».

Conclude Ferrondi: «Non capisco questi comportamenti incivili. Innanzitutto il territorio appartiene a tutti e deve essere rispettato, in secondo luogo abbiamo una raccolta differenziata puntuale che ci permette di conferire i rifiuti in modo corretto e anche per gli ingombranti c'è un servizio gratuito per tutta la cittadinanza. Fare multe è sempre spiacevole ma purtroppo in questo caso si rende necessario per tutelare il decoro e la salute dei nostri luoghi».  

A breve saranno organizzate serate informative sulla raccolta differenziata e distribuito materiale informativo.  


Cherasco, 19 giugno 2019

Home - Comune di Cherasco - Via Vittorio Emanuele 79, 12062 Cherasco (CN) - PIVA 00478570047

Email URP: urp@comune.cherasco.cn.it - Posta Elettronica Certificata: cherasco@postemailcertificata.it

Email D.O.P.: matteo.odasso@outlook.com - Posta Elettronica Certificata D.P.O.: matteo.odasso@pec.it

Ulteriori Dati D.P.O.: Responsabile della protezione dei dati (D.P.O.) Dott. Matteo Odasso

Privacy Policy