Il Consiglio comunale del 19 luglio, il secondo della legislatura guidata da Carlo Davico, è iniziato con la presa d'atto della delibera di costituzione dei gruppi consiliari: Insieme per la tua Cherasco che vede nel consigliere Sergio Barbero il capogruppo e Nuova Cherasco con capogruppo Giovanbattista Boccardo. La seduta è proceduta con la determinazione del gettone di presenza ai consiglieri comunali: 13,55 euro.



L'assestamento di bilancio votato all'unanimità


L'assessore al Bilancio Elisa Bottero ha illustrato l'assestamento di bilancio: «È stata fatta una variazione di bilancio, sia in entrata che in uscita. Per quanto riguarda le entrate abbiamo inserito i 150 mila euro che è l'applicazione Consiglio comunale 19 luglio 2019dell'avanzo di amministrazione di cui 86 mila verranno destinati alle spese correnti, il resto per finanziamento delle spese in conto capitale. Abbiamo una minore entrata di 70 mila euro ma che è anche inserita nelle minori spese. Questa somma era stata inserita nel bilancio di previsione per eventuali elezioni di carattere statale che non è stata utilizzata. Sono entrati 25 mila euro in più di contributo per la realizzazione del Premio Cherasco Storia, contributo dalle banche che non era stato inserito nel bilancio di previsione perchè non avevamo la certezza dell'entrata. Abbiamo un aumento di 70 mila euro per quanto riguarda i contributi dallo stato per investimenti che deriva dal recupero del patrimonio immobiliare e dall'efficentamento energetico. Con questa maggiore entrata e il nostro cofinanziamento di 100 mila euro si ristrutturerà l'ex asilo di Veglia. È stata anche inserita una maggiore entrata per quanto riguarda l'alienazione di fabbricati pari a 1.860.000 sia in entrata che in uscita. È la vendita della palestra. Per quanto riguarda le spese, le cifre più significative la minor spesa di 20 mila euro che riguarda il pagamento degli scrutatori per le elezioni. Erano stati accantonati a titolo prudenziale. In realtà ne sono stati spesi solo 9.800. C'è poi una maggiore spesa di 15.000 euro che riguarda l'ufficio tecnico, in particolare gli incarichi professionali per i vari progetti. Una maggiore spesa riguarda la manutenzione di strade e piazze comunali di 59.000 euro. Altri 55 mila euro in più riguardano l'illuminazione pubblica. Sono stati aumentati i punti luce e relativo carico». La delibera è stata votata all'unanimità.


Progetto Alcotra – L'avventura geologica, una nuova opportunità turistica


All'ordine del giorno la convenzione di cooperazione per il progetto Alcotra – L'Avventura geologica. A fine 2015 la Giunta aveva approvato la partecipazione al progetto “L'avventura geologica” del programma Alcotra 2014-2020 come partner di una cordata il cui capofila è il dipartimento delle Alpes de Haute Provence con sede a Digne. Il progetto ha come obiettivo quello di creare un nuovo elemento di sviluppo turistico attraverso la valorizzazione del patrimonio geologico di un territorio transfrontaliero. Nel 2017 è poi stata approvata una prima convenzione tra i vari enti partecipanti al fine di selezionare un assistente, esperto nel campo digitale, che svolga un'attività di supporto di tutti i partner del progetto. Il progetto arriva ora nella fase esecutiva e al suo interno è prevista al redazione di un “cofanetto didattico” che ha come obiettivo quello di dare ai bambini i mezzi per comprendere e scoprire la geologia. A spiegare la delibera è il consigliere Sergio Barbero: «Per il versante italiano prendono parte al progetto, oltre a Cherasco, i comuni di Frabosa, Fossano e l'Unione del Fossanese. A Cherasco sono destinati 197 mila euro per recuperare in parte la chiesa di San Giacomo e in parte per ripristinare il sito dei rii. Cherasco era stata interpellata inizialmente per i rii ma nel frattempo il Comune ha ricevuto in donazione la chiesa di San Giacomo dove verrà trasferito il museo Giorgio Segre che oggi si trova in una sede molto piccola. Da questa chiesta partirà anche il percorso che avrà il suo culmine nei rii, ci saranno dei sentieri. Ora bisogna procedere alla creazione di questo cofanetto didattico che sarà predisposto per dare fruibilità di questo sito agli studenti. Non è un costo aggiuntivo ma uno sviluppo del progetto iniziale». La delibera è passata all'unanimità.

 


Nominata la Commissione Edilizia: Piero Costamagna è ancora presidente. Nominato il rappresentante comunale alla scuola materna di Roreto


È stata poi nominata la Commissione Edilizia. È composta da sette elementi nominati dal Consiglio comunale. I nomi proposti dalla maggioranza sono Piero Costamagna, Sergio Germanetti, Adelio Panero, Dario Boschetti e Renzo Lamberti. La minoranza propone Elio Cagnassi, Michael Masante. La composizione è stata votata all'unanimità. Un errore di votazione da parte di alcuni consiglieri rende nulle quattro schede nell'elezione del presidente della Commissione. La maggioranza propone Piero Costamagna, che già ricopriva questo ruolo nelle precedenti legislature. Il segretario comunale chiede di votare “si” o “no” ma quattro consiglieri invece di scrivere quanto chiesto, scrivono sulla scheda “Cagnassi” e i quattro voti diventano nulli. Il presidente è eletto: Piero Costamagna con sette voti a favore.
Altra votazione ha riguardato la rappresentanza comunale all'interno della scuola materna di Roreto. Con sette voti viene nominato il consigliere Giuseppe Bonura. La minoranza aveva proposto Giovanbattista Boccardo che riceve solo quattro preferenze.
Durante la seduta è stata aggiunta, con voto favorevole di tutti i consiglieri, una nuova commissione comunale consultiva. Si tratta della Commissione Turistico che si aggiunge alle esistenti Urbanistica, Infrastrutture Viabilità, Sport e Tempo Libero, Ecologia ed Ambiente, Cultura, Bilancio, Assistenza, Sicurezza e Famiglia, Politiche Giovanili, Commercio e Attività Produttive.



Lo Statuto comunale ora prevede anche la figura del presidente del Consiglio


Passa all'unanimità il nuovo Statuto comunale. A spiegare le modifiche apportate al vecchio documento è stato il segretario comunale, Chiara Nasi: «La commissione di revisione si è riunita in due sedute. Sulla parte dei principi fondamentali è stata indicata la possibilità di poter convocare il Consiglio comunale anche in una sede differente da quella ordinaria per motivi di urgenza o particolari. Per quanto riguarda la parte più istituzionale relative alle riforme dopo il 1991. La composizione della Giunta, con la classe demografica di Cherasco, prevede quattro assessori ma se cambierà la normativa di riferimento non si dovrà modificare lo statuto in quanto è già prevista la possibilità di una variazione in base a nuove leggi. È disciplinato in modo dettagliato il funzionamento degli organi, soprattutto del Consiglio comunale che deve essere effettuata con posta elettronica certificata. In altre sezioni è stato fatto riferimento all'accesso civico, all'accesso documentale e agli istituti di partecipazione. Una importante modifica dello statuto riguarda il Consiglio comunale con la possibilità di nominare il presidente del Consiglio».  

 

 


Cherasco, 24  luglio 2019

Home - Comune di Cherasco - Via Vittorio Emanuele 79, 12062 Cherasco (CN) - PIVA 00478570047

Email URP: urp@comune.cherasco.cn.it - Posta Elettronica Certificata: cherasco@postemailcertificata.it

Email D.O.P.: matteo.odasso@outlook.com - Posta Elettronica Certificata D.P.O.: matteo.odasso@pec.it

Ulteriori Dati D.P.O.: Responsabile della protezione dei dati (D.P.O.) Dott. Matteo Odasso

Privacy Policy