Servizi Online

Manifestazioni

 

Sabato 14 luglio a Cherasco arriva lo Young Festival con un protagonista d’eccezione: Shade.

shade locandinaAll’anagrafe Vito Ventura, classe 1987, rapper, freestyler, stand up comedian, inizia giovanissimo a farsi conoscere nelle battle di freestyle. Nel 2011 vince la prima tappa dello Zelig Urban Talent e partecipa a Zelig Lab, mentre compare come guest nella sitcom “Favelas”. Con gli amici Ensi e Fred de Palma realizza quello che oggi è uno dei video di freestyle italiano più visto. Il suo stile è ironico, irriverente ma la sua simpatia conquista e Shade sbarca a Mtv Spit nel 2013, gara che lo vede vincitore. Nel 2015 pubblica il suo primo disco, “Mirabilansia”, l’anno successivo è la volta di “Clownstrofobia”. Nel 2017 partecipa al Zind Summer Festival con “Bene ma non benissimo” che raggiunge in pochissimo tempo 22 milioni di visualizzazioni su Youtube. Continua il successo con il singolo “Irraggiungibile”. Carisma, simpatia, ironia, una buona dose di bravura e il pubblico aumenta video dopo video, post dopo post.

Ad aprire lo spettacolo sabato, alle 20,30 saranno Bj & Fnx, Luke Pascal, Lion Hope & Dado, Shane & Calimstik, Roll Dice & Tefra, Shudew Blik & Sem.
Il concerto, in piazza degli Alpini, è ad ingresso libero.

«Abbiamo scelto Shade per lo Young Festival – spiega Elisa Bottero, assessore alle Politiche Giovanili – perchè un artista che piace molto ai giovani ma è anche apprezzato da chi ha qualche anno in più. Piace per la sua musica, il suo rap coinvolgente, la sua simpatia. Riesce ad essere ironico ma non cade mai nella volgarità. La sua faccia da bravo ragazzo conquista e con le sue rime spesso provocatorie lancia messaggi importanti».

Aggiunge Amos Sarvia, presidente della neonata associazione Cherasco Young che organizza il concerto: «Sono soddisfatto che il Comune ci abbia appoggiato nell’organizzare un evento di tale importanza, soprattutto dedicato ai giovani. Spero che questo rappresenti una svolta per la gioventù cheraschese e un punto di partenza per molte altre iniziative di questo tipo».

 

Cherasco, 6 luglio 2018

Dopo la bella mostra storica dedicata a Napoleone, dal 7 luglio 2018 Palazzo Salmatoris ospita le opere di Livio Politano nell’antologica dal titolo “Segno e colore”.

Livio POLITANO
Livio Politano vive ed opera in Piemonte a Beinette. La sua pittura trae origine dalla didattica di valenti Maestri dell’Accademia Albertina, evolvendosi progressivamente dall’astrattismo puro ad un  simbolismo primi anni sessanta, coltivato oltre la cerchia torinese in un’attività di espansione verso la Spagna e la Francia, dove conosce Orfeo Tamburi con cui avvia scambi epistolari. L’artista toscano vive a Parigi e qui lo aiuta a realizzare la sua prima personale all’estero. Negli anni Settanta la presenza del pittore si sposta verso le piazze di Firenze e Roma dove i mercanti  d’arte Giorgio Giorgi ed Ettore Russo lo mettono in contatto con altri personaggi importanti della cultura contemporanea come Henry Moore, Ennio Turcato, Luigi Omiccioli, Virgilio Guidi, Marcello Avenali, tutte conoscenze che influenzano i suoi modi pittorici di un particolare umore surreale accentuato poi col tempo.


L’antologica cheraschese, composta da oltre cento opere, “racconta” un arco operativo di Politano lungo mezzo secolo. È un percorso che va a ritroso nel tempo: dalle metafisiche e surreali Cittadelle dell’ultimo periodo, l’artista ci conduce, attraverso una sezione dedicata ai Percorsi Futuristi intrapresi ad inizio secolo, verso la tematica dedicata alle Architetture Precarie ed ai Nastri degli anni ’90 per introdurci alle Pagine o Diari di Immagini degli anni ‘70/80 e per approdare al primo periodo della Figurazione e Sintesi della gioventù ispiratogli dall’ammiratissimo Filippo Scroppo nonché ai disegni dedicati agli amici del mondo della cultura ed alla grafica pura.


Per dirla con le parole del critico d’arte Giorgio Barberis: «Partendo dall’ultimo decennio, ci narra come le ricerche espressive e sperimentali del primo e del secondo Novecento si siano condensate in lui, attraverso il segno ed il colore, in certezze e messaggi estetici sicuramente rivoluzionari anche se continuamente attraversati da simbolismi mutuati dalla classicità e dal buon dipingere. .. Le sue composizioni frutto di arcane simbologie esprimono il dettato che proviene da tensioni intime inarrestabili, senza le quali l’Artista non potrebbe portare a compimento opere di simile fattura immaginifica. Egli infatti agisce secondo un suo codice cromatico, che è poi il riflesso materico delle sue inquietudini e della sua innata gioia di vivere che non gli impediscono di cogliere i rovelli di una pagina pittorica suadente o di una struggente composizione sulla soglia del futurismo. … Ogni composizione di Livio Politano – termina Barberis - va vista come un prezioso ed  ineludibile tassello di un grande puzzle, un macrocosmo vibrante di colori per raccontare l’universo, per celebrare l’arte e la vita, nel bene e nel male, con un linguaggio personalissimo che si esterna attraverso qualsivoglia tecnica».


Titolo:       “Segno e colore”
Durata:     dal 7 luglio al 19 agosto 2018
Orario:      giovedì e venerdì dalle ore 15 alle 19
                Sabato e domenica dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 1 5 alle 19
Curatori:   Giorgio Barberis e Livio Politano
Catalogo:  in mostra
Genere:    arte contemporanea, antologica
Info:         Ufficio Stampa tel. 0172427050, ufficio.stampa@comune.cherasco.cn.it
Ingresso libero

 


Cherasco, 15 giugno 2018

Dal 30 giugno al 2 luglio 2018 torna, in piazza Giovanni Paolo II, la Sibla, l’antica festa della Barbacana.

Sibla luglio 2017
La manifestazione quest’anno ha una formula completamente rinnovata. Si inizia il sabato alle 19,30 con “Gusta Cherasco alla Sibla”, le eccellenze enogastronomiche del territorio scendono in piazza.
Il menù prevede lumache e rane, salsiccia di Cherasco al Barolo, tagliatelle e ravioli della Sibla, la robiola de ‘L Cravè. Si balla caraibico con Sergio Dj e i Locos. La serata danzante è offerta dall’agenzia immobiliare “L’Antica Cherasco” ed è ad ingresso libero.


Grandi piatti in tavola anche per domenica 1° luglio con “I ristoranti della città”. Saranno gli chef cheraschesi che cucineranno per la festa. All’evento partecipano Gastronomia dell’Arco, Pane e Vino, Vittorio Veneto, Zupperia Cosa Bolle in Pentola, Ciro Pizza, Nuovi sapori – Pizzeria d’asporto, New Sporting Club, La Torre. Si balla con la simpatia di Luca Panama e la sua orchestra.


Lunedì 2 luglio torna invece un appuntamento ormai tradizionale: il Pic-Nic della Sibla. Gli organizzatori offriranno le Penne della Sibla. Posti a sedere su prenotazione obbligatoria entro domenica sera. La serata, offerta da Lenta Antonio sarà allietata da I Divina con musica anni Settanta e Ottanta. L’ingresso è libero.


«La Sibla, nonostante i cambiamenti organizzativi che ci sono stati nel tempo, è una delle feste più sentite dai cheraschesi – commenta l’assessore alle Manifestazioni, Marella Fumero. - È un’antica tradizione, quella che ci è stata tramandata dai nostri padri, dai nostri nonni. Era la festa del popoloso e povero quartiere Barbacana, dove risiedevano soprattutto muratori, fornaciai, garzoni, ortolani. Era il momento in cui la gente si concedeva un fine settimana di sfogo. Oggi chiaramente il quartiere è cambiato, così come gli abitanti, ma la festa della Sibla resta un punto fermo, un appuntamento a cui il popolo non vuole mancare».

Per info e prenotazioni (per il lunedì sera) telefonare a Cherasco Eventi-ufficio turistico tel. 0172427050 oppure 0172427052.

 

 

 

Cherasco 19 giugno 2018

 

SIBLA Locandina A3

Dal 6 luglio 2018 torna Cherasco Movie, la rassegna di film sotto le stelle. L’appuntamento è come sempre nel cortile di Palazzo Gotti di Salerano.

palazzogotti
Sette venerdì sera in compagnia di grandi film d’autore, pellicole di qualità che sapranno soddisfare i gusti più diversi e, per terminare la serata, la proiezione di un cortometraggio.


Si inizia il 6 luglio con “Metti la nonna in freezer”, film del 2018 diretto da Giancarlo Fontana e Giuseppe Stasi con Fabio De Luigi, Miriam Leone, Lucia Ocone e Marina Rocca. La storia di Claudia che, per continuare a riscuotere la pensione della nonna deceduta, la congela nel freezer. Ma a complicare le cose arriva Simone, incorruttibile finanziere. Il corto della serata è “Fatta male” di Ludovico Bossi.

Si torna davanti al grande schermo venerdì 13 luglio con “La casa di famiglia” di Augusto Fornari. La pellicola del 2017 narra di quattro fratelli cresciuti in una bella villa di famiglia, in campagna. Per aiutare il fratello Alex in gravi condizioni economiche decidono di vendere la villa. Ma c’è il colpo di scena: il padre, in coma da anni, si risveglia e i quattro devono trovare una soluzione. “Maggio. A Grandparent’s Tale” è il corto di Luca Canale Bruccoleri che chiude la serata.

Il 20 luglio “Il premio” di Alessandro Gassman con Gigi Proietti. Il lungo viaggio in auto dello scrittore Passamonte che deve recarsi a Stoccolma a ritirare il Nobel sarà pieno di imprevisti. Il corto della serata è “Sam Body” di Davide Morando.

Si continua venerdì 27 luglio con il francese “C’est la vie”, una pellicola ricca di colpi di scena sullo sfondo della preparazione di un matrimonio. “Paradiso” è il corto che arricchisce la serata.

Francese anche la pellicola del 3 agosto: “La mèlòdie” dove un famoso violinista accetta di insegnare l’arte del violino a una scuola multietnica nella periferia parigina. È di Alessandro Stevanon il corto della serata, “Il tratto”.

Penultimo appuntamento con il cinema sotto le stelle è il 10 agosto quando sarà proiettato “50 primavere”, le avventure di Aurore, mezzo secolo di vita, con la nostalgia del passato ma anche colpi di scena per il futuro. “Un trascurabile errore” di Andrea Murchio è il corto della serata.

Ultimo appuntamento con Cherasco Movie è il 17 agosto con “Di madre in figlia”. A farla da protagonista Le Mondine di Novi, un coro di donne nato tra le risaie che, con l’arrivo delle figlie, si trasforma fino a diventare un gruppo musicale elettro-folk intergenerazionale.


Tutti gli appuntamenti iniziano alle 21,30. In caso di maltempo la proiezione sarà al cinema Galateri. L’ingresso è libero.

 


Cherasco, 26 giugno 2018

Domenica 24 giugno alle ore 17 presso l’Antico Orto dei Padri Somaschi in via Nostra Signora del Popolo 9 a Cherasco si terrà un concerto in occasione della chiusura della mostra “Ei Fu - Napoleone Bonaparte dal Piemonte antico orto S Gall’Europa (1796-1815)”, che è stata allestita a Palazzo Salmatoris e ha fatto registrare complessivamente oltre 5000 visitatori.

Il concerto vedrà protagonista il Trio Arione, formazione composta da Davide Bottini, Alessandro Limanov Yague e Deniz Esen e che per l’occasione eseguirà musiche di compositori di epoca napoleonica come Paganini, Donizetti e Bizet arrangiate per chitarra, arpa e flauto traverso e celebri arie tratte dal repertorio melodrammatico di Rossini, Verdi e Mozart.

L’evento, organizzato dalla Città di Cherasco insieme all’Associazione Cherasco 1631, è a ingresso libero.

Domenica 24 giugno ore 17
Antico Orto dei Padri Somaschi
Via Nostra Signora del Popolo 9, Cherasco
Ingresso libero

 

Davide Bottini
Davide Bottini è studente di chitarra allievo del Maestro Frédéric Zigante presso il Conservatorio “Antonio Vivaldi” di Alessandria. Le sue numerosi collaborazioni come compositore ed esecutore lo hanno portato a suonare in tutta Italia e all’estero, in rassegne culturali, per reading e monologhi musicati, con compagnie teatrali, per cerimonie istituzionali e in formazioni cameristiche. Dal 2013 insegna a bambini e adulti presso la scuola di musica “Don Antonio Albano” di Brandizzo.

Alessandro Limanov Yague
Alessandro Limanov Yague ha studiato flauto presso il Conservatorio Statale di Musica “Giuseppe Verdi” di Torino, dove si è diplomato nel 2012. Dal 2009 collabora con l’orchestra giovanile internazionale Pequenas Huellas come primo flauto e maestro. Nel 2013 fonda assieme al fratello Yuri Yague e il contrabbassista Daniele Cravero il Trio Kaleidos repertorio del tardo romanticismo. Frequenti le collaborazioni con ensemble folk e artisti di fama internazionale. Dal 2013 affianca all’attività di flautista quella del cantante lirico ed è attualmente è impegnato nel Coro del Teatro Carlo Felice di Genova.

Deniz Esen
Deniz Esen ha iniziato a studiare arpa presso il Conservatorio di Smirne. Nel 2014 si è classificata al primo posto all’audizione dell’Orchestra Sinfonica Giovanile di Dogus, prendendo parte alla loro tournée nel 2014, nel 2015 ha vinto l’audizione per giovani solisti “Genc Solistler” e il primo premio al Monaco World Harp Festival e nel 2017 ha ottenuto il primo premio assoluto all’European Music Competition. Attualmente studia presso il Conservatorio Statale di Musica “Giuseppe Verdi” di Torino.

Ph Silvio Genesio

 

Cherasco, 15 giugno 2018

Home - Comune di Cherasco - Via Vittorio Emanuele 79, 12062 Cherasco (CN) - PIVA 00478570047

Email URP: urp@comune.cherasco.cn.it - Posta Elettronica Certificata: cherasco@postemailcertificata.it

Email D.O.P.: matteo.odasso@outlook.com - Posta Elettronica Certificata D.P.O.: matteo.odasso@pec.it

Ulteriori Dati D.P.O.: Responsabile della protezione dei dati (D.P.O.) Dott. Matteo Odasso

Privacy Policy