Il Comune

La Città

Servizi Online

 

VistaesuonoX 2018 è la decima edizione di Vistaesuono, eventi d’arte contemporanea tra storia e luoghi nata nel 2009. È un’edizione ricca di contenuti nuovi e orgogliosa di un risultato che resterà visibile in maniera permanente S.gregorionell’architettura della città. Di fatto, dalla collaborazione con la scuola dell’obbligo, la dirigenza dell’Istituto Comprensivo Sebastiano Taricco, nasce la seconda opera permanente di vistaesuono. Risultato della progettazione partecipata dei workshop 2017, uno dei cortili dell’edificio di via Beato Amedeo a Cherasco diventa una “piazza” colorata. I ragazzi sono gli autori dei disegni della pavimentazione e i creatori dell’inaugurazione pubblica. (Descrizione progetto vistaesuono educational pagina seguente).

Se i contenuti si rinnovano di anno in anno, è soprattutto grazie alla collaborazione dei giovani designer dell’Istituto Europeo di Design di Torino. Quando accettano di partecipare alla manifestazione, regalano energia, impegno e ore supplementari rispetto ai loro doveri di studenti, scoprendo che l’arte e la creatività sono mestieri complessi se effettivamente impregnati di realtà. Partecipare a vistaesuono ha sempre significato andare al di là del compito dato, muoversi verso una direzione nutrita dal piacere personale in ciò che si fa e dal desiderio di divulgarlo alla collettività. Le installazioni concepite espressamente per la chiesa di San Gregorio Shooting SG e ManifestoX mostrano questo dialogo tra ricerca e comunicazione.

 


Shooting SG
Installazione di fotografie, Chiesa di San Gregorio


San Gregorio sarà restaurata a breve. Molte delle opere esposte in questa chiesa da vistaesuono, sono nate dagli stimoli visivi che le imperfezioni del tempo sui muri, i pavimenti, i cornicioni, le nicchie suggerivano. Ogni dettaglio mosso dal tempo è stato fonte d’ispirazione per tanti degli artisti selezionati e indubbiamente per i curatori, che hanno sempre installato opere a partire dal dialogo con l’architettura esistente. Come non catturare per l’ultima volta questa bellezza evanescente?
Vistaesuono ha commissionato ai giovani fotografi dell’Istituto Europeo di Design un reportage artistico che congeli assenze, sgretolamenti e mancanze in procinto di sparire per sempre. Le lacune degli affreschi, i rigonfiamenti delle piastrelle, le muffe sui muri, i rumori molesti (cancelli che cigolano, scricchiolii di legni, sfregamenti di superfici marmoree…) diventano il soggetto di scatti dalle tecniche più diverse.

 


ManifestoX
Installazione di opere grafiche, Chiesa di San Gregorio


Il dieci in numeri romani “X” è il protagonista delle creazioni grafiche di questa installazione, omaggio ai dieci anni di vita di vistaesuono. I colori, le forme, i font sono fedeli citazioni delle edizioni passate, ma la composizione, la scelta dei materiali e la selezione di loghi, immagini, fotografie degli archivi vistaesuono sono del tutto originali. Alcune delle creazioni sono visivo-sonore, in omaggio all’essenza interdisciplinare di vistaesuono.

 


Collaborazione con il Premio Cherasco Storia
Carpet: 2:46 min. Registrazione radio Bollettino della Vittoria Armando Diaz, di Luca Vianello
Installazione visivo-sonora, chiesa di San Gregorio

Per elaborare le tesi del libro premiato al Cherasco Storia 2018 La rabbia dei vinti di Robert Gerwarth, Luca Vianello fa uso della registrazione che il Generale Armando Diaz lesse alla radio il 4 novembre 1918 annunciando la vittoria ottenuta. L’artista trasforma quei dati sonori in frequenze luminose e stampa una fotografia che è la traduzione letterale dell’audio del Bollettino. L’opera s’inserisce nella serie Carpet, così descritta: “Le immagini sono codici letti da macchine. Il progetto Carpet rivela come la fotografia possa essere generata da diverse fonti. I byte diventano la grana della pellicola, producendo un’intersecazione di codici digitali e creando una nuova tipologia di immagini”. Il tappeto di dati visivi ottenuto da questo decriptaggio è poi regolato dall’artista in termini di profondità di campo, luminosità e brillantezza, divenendo una costellazione di fioche luci in un campo nero. La storia diventa perciò altro da sé, pur essendo puntualmente tradotta da un processo meccanico.

 


Vistaesuono educational
workshop scuole 2017-18: l’inaugurazione del cortile


La collaborazione con la scuola dell’obbligo si consolida e consacra con la decima edizione di vistaesuono.
Il metodo di progettazione partecipata adottato da vistaesuono durante i laboratori 2017 produce i suoi frutti e diventa esecutivo: la ristrutturazione di un cortile dell’edificio di via Beato Amedeo a Cherasco si arricchisce di isole colorate che riproducono fedelmente alcuni dei disegni creati dai ragazzi. Questi disegni sono nati a seguito di una serie di lezioni teorico-pratiche sul rapporto tra il segno, il modulo e lo spazio, studiato e sperimentato attraverso il gioco del Tangram. Le sette forme geometriche adoperate (cinque triangoli, un quadrato e un parallelogramma) hanno dato vita a immagini tra l’astratto e il figurativo, composizioni sintetiche e modulari che rinviano all’antica tecnica del mosaico come al pixel contemporaneo di matrice tecnologica. Tra le tante immaginifiche creazioni, Vistaesuono ha selezionato quattro animali: un pesce, un dromedario, un gatto e un uccello. Oggi, questi disegni sono parte della pavimentazione in cemento colorato, restituiti da piastrelle policrome che vivificano uno spazio-piazza da spartire con la città. Un luogo che si vuole giovane e che rispecchia l’attenzione di vistaesuono verso l’arte come elemento necessario e funzionale alla condivisione di spazi collettivi.

 


Workshop scuole 2018
I workshop 2018 sviluppano il metodo di progettazione partecipata dello scorso anno: da una parte, si è proseguito a raccogliere documentazione visiva per l’auspicata riqualificazione delle scale antincendio; dall’altra, si sono sollecitati i ragazzi a produrre materiale per l’inaugurazione del cortile riallestito.  
La locandina affissa pubblicamente in città nasce infatti da un’esercitazione sul confronto diretto tra l’immaginazione e il “foglio bianco” con semplice aggiunta d’intestazione (ispirata alla trovata di Pinot Gallizio per il manifesto della XXV Fiera del Tartufo di Alba nel 1955).
Ispirandosi liberamente alle opere site specific di Daniel Buren, vistaesuono ha chiesto ai ragazzi di studiare composizioni modulari per dare colore e nuova luce alla vetrata del corridoio verso il cortile. Infine, usando vecchi caratteri tipografici di varia misura, si è riflettuto e sperimentato come la lettera si trasformi in segno e produca composizioni “mandaliche” a carattere grafico. La serie di morbidi teli installati sulle scale antincendio sono l’anticipazione della futura progettazione di ristrutturazione.

 

vistaesuonoX – decima edizione
Eventi di arte contemporanea tra storia e luoghi.
a cura di Emanuela Genesio, Danilo Manassero
www.vistaesuono.org; info@vistaesuono.org; tel. 3280377638; 3392297558


Cherasco, 26-27 maggio 2018. Orario 10-13/15-19


Installazioni: Chiesa di San Gregorio e cortile delle scuole secondarie di via Beato Amedeo 18


Inaugurazione del cortile delle scuole di via Beato Amedeo


Sabato 26 maggio ore 11, in presenza del Sindaco e autorità


Sostenuto da:
Comune di Cherasco
Premio Cherasco Storia  

Collaborazioni:
Istituto Europeo di Design di Torino
Istituto Comprensivo Sebastiano Taricco, Cherasco

 

 

Cherasco, 21 maggio 2018

Home - Comune di Cherasco - Via Vittorio Emanuele 79, 12062 Cherasco (CN) - PIVA 00478570047

Email URP: urp@comune.cherasco.cn.it - Posta Elettronica Certificata: cherasco@postemailcertificata.it

Email D.O.P.: matteo.odasso@outlook.com - Posta Elettronica Certificata D.P.O.: matteo.odasso@pec.it

Ulteriori Dati D.P.O.: Responsabile della protezione dei dati (D.P.O.) Dott. Matteo Odasso

Privacy Policy